Casadilego, la vittoria a X Factor e il suo percorso: ‘Nessuno mi ha snaturata, sono stata accompagnata verso nuove sonorità’

La vincitrice e i finalisti dell'edizione 2020 del talent show di Sky raccontano il loro percorso all’interno del programma e i loro obiettivi futuri.
Casadilego, la vittoria a X Factor e il suo percorso: ‘Nessuno mi ha snaturata, sono stata accompagnata verso nuove sonorità’
Credits: Bianca Burgo

Ieri sera - 10 dicembre - si è conclusa la quattordicesima edizione di X Factor con la finale, trasmessa in diretta dalla cosiddetta "Wi-Fi Arena", che ha visto trionfare Casadilego ed è stata caratterizzata dall’addio di Alessandro Cattelan allo show. Elisa Coclite - questo il nome all’anagrafe della cantante della squadra di Hell Raton, 17 anni, nata a Bellante (in provincia di Teramo) - ha vinto battendo al ballottaggio finale i Little Pieces of Marmelade del team guidato da Manuel Agnelli, finalisti di X Factor 2020 insieme a N.A.I.P e Blind.

“La vittoria a X Factor 2020 significa che stanno per succedere delle cose e che devo cominciare ad organizzarmi. Sicuramente è una bella chiusura di un bel cerchio. Quindi sono molto contenta”, ha racontato a Rockol Casadilego, a margine di una chiacchierata che si è svolta su Zoom. Narrando quali sono gli insegnamenti che ha tratto dalla sua partecipazione al talent show e i momenti più significativi, la 17enne cantante ha detto: “Di questa esperienza, dalle cose più piccole a quelle che magari non ti rimangono in mente sono in realtà quelle che forse ti segnano più di tutto, come quelle legate agli aspetti più tecnici e lavorativi di questo mondo qui: l’essere pronti, l’essere pazienti, l’avere l’attitudine giusta”. Ha aggiunto: “In questi tre mesi, come ha detto anche Slait, abbiamo vissuto tutti un’esperienza decennale - abbiamo vissuto dieci anni in tre mesi. Quindi la crescita è inevitabile e vera, reale. Come ricordo, invece, nel cuore mi rimarranno tutti i momenti con il mio giudice, il nostrro producer e tutte le ragazze”.

Elisa Coclite si è fatta notare ai provini presentando una propria versione, chitarre e voce, di "A case of you" di Joni Mitchell.

Sul palco di X Factor, oltre agli inediti (da "Vittoria" a “Lontanissimo"), la 17enne cantante ha proposto cover di Billie Eilish ("Xanny"), Mahmood ("Rapide"), Tones and I ("Dance monkey"), Ed Sheeran ("Lego house”), e ha duettato con Lazza su “Catrame”, oltre che con Hell Raton su "Stan" di Eminem in finale. Alla domanda se inizialmente il fatto di essere stata scelta da Hell Raton, fondatore di Machete Crew assieme a Salmo e a Slait, per la squadra da lui capitanata, le Under Donne, l’avesse spaventata e come è stato per lei lavorare con Manuelito, prima del talent conosciuto soprattutto nel mondo rap, che l’ha guidata verso sonorità distanti dal mondo di - per esempio - Joni Mitchell, Casadilego, citando alcuni degli artisti che ascolta abitualmente, ha risposto: “Io mi sono presentata con la cover di ‘A case of you’ di Joni Mitchell e la gente mi ha conosciuta chiaramente con quei due minuti di esibizione ma quello che le persone non sanno è che oltre a Joni Mitchell, James Taylor, Christopher Cross, Michael Jackson e Stevie Wonder io ho sempre ascoltato anche Miley Cyrus o Nitro. Ho passato un lunghissimo periodo da fan sfegatata degli One Direction, sono stata a tantissimi concerti di musica di questo tipo e i Twenty One Pilots sono la mia band preferita e fanno hip hop, rap". Ha poi spiegato:.

"La verità è che nessuno mi ha snaturata e non ho fatto nulla contro il mio desiderio. E nessuno mi hai mai forzata dentro un mondo per farmi crescere. Sono stata accompagnata in nuove sonorità ma non perché non le volessi o non fossero presenti tra i miei gusti, ma perché non le avevo mai fatte io. Dunque la crescita vera sta lì”.

Riguardo ai suoi obiettivi futuri e pensando alla strada artistica, a livello musicale, che cercherà di perseguire, Elisa ha spiegato: “Il mio futuro me lo immagino sicuramente nella musica. Continuerò a suonare il pianoforte classico e continuerò ad avere il mio obiettivo di prendere il diploma di pianoforte classico, volendo di direzione, speriamo”. Ha detto poi: “In questo mondo qui tutto quello che voglio fare è scrivere e cercare, adesso con la calma e la pazienza, come ha detto Emma: ‘Il posto in cui sto bene’. Quindi di fare le mie cose, insomma”.

A margine della conferenza stampa virtuale, su Zoom, che si è svolta oggi, 11 dicembre, e che ha visto protagonisti la vincitrice e i finalisti di X Factor 2020, Little Pieces of Marmelade, N.

A.I.P e Blind - che hanno pubblicato oggi per Sony Music Italy i loro Ep: "Casadilego", "L.P.O.M.", "Nessun album in particolare" e "Cuore nero" - Casadilego sul suo futuro ha detto: “Nell’immediato futuro c’è sicuramente tanta musica. Prima cosa che faccio è tornare dal mio insegnante di pianoforte e facciamo una lezione di otto ore, solo di tecnica, se lui vorrà”. Ha continuato: “Vivere la musica in questa modo, non più intimo e solo mio, in un periodo che è stato difficile per tutti è qualcosa che non ho ancora realizzato cosa abbia significato”. Narrando come si è avvicinata alla musica da piccola, Elisa ha detto: “I miei genitori sono entrambi musicisti: ho cominciato da piccola - verso i 5, 6 anni - a studiare pianoforte classico con il mio padrino di battesimo”. Ha poi fatto sapere: “Successivamente ho fatto parte di un coro di voci bianche di Teramo che mi ha formato dal punto di vista musicale, caratteriale e umano. Tutti gli amici di famiglia sono musicisti o artisti: ho sempre vissuto in questo mondo. Paradossalmente non immagino una vita quotidiana senza essere circondata da persone che fanno musica”.

Per rispondere alla domanda su cosa la spaventa delle difficoltà che potrebbe incontrare fuori da X Factor e pensando ad altri vincitori che non sono riusciti a continuare a far parlare di sé dopo il talent, Elisa ha detto: “La mia vita musicale non inizia adesso, la mia è cominciata almeno 10 anni fa. A prescindere dalla mia età e dal programma non ho paura di morire, sotto questo punto di vista, perché mi interessa relativamente tutta questa corrispondenza sociale (per i social) e televisiva. Io farò musica, ne sono convinta al 100% e quindi che io venga dimenticata mi interessa relativamente”.

Ricordando il momento in cui Emma l’ha difesa e ha preso posizione contro il body shaming dicendo a Casadilego: “Vorrei prestarti i miei occhi per farti vedere quanto è bello vedere una cosa così bella, non omologata a tutto quello che ci stanno propinando sui social”, la giovane cantante ha detto: “Emma penso sia una delle persone più di cuore sulla faccia dell’universo”.

Ha aggiunto: “Mi ha emozionata come momento e mi ha emozionata Emma, ma tutto quello che si è mosso, dopo quel momento lì, non mi interessa ed è stato ingigantito”. Ha continuato: “Io in realtà sono super body positivity, amo il mio corpo e amo il corpo di tutti. Amo perché siamo qui e viviamo grazie al nostro corpo. Questa è l’unica cosa che conta. Non vorrei si sollevasse una questione sulla mia immagine perché è davvero all’ultimo posto delle cose che mi interessano”.

Il gruppo della squadra del frontman degli Afterhours, ricordando la finale di ieri sera, ha narrato: “È stato bello suonare con Manuel Agnelli e vedere poi gli Afterhours sul palco”.

A proposito del loro futuro i Little Pieces of Marmelade hanno dichiarato: “Noi ci auguriamo il meglio. Vediamo la differenza tra mesi fa e ora. Speriamo di poterci dedicare solo alla musica. Abbiamo vissuto come dentro a una bolla e quando torneremo a casa vedremo come sarà la faccenda”. Hanno aggiunto: “Con Manuel Agnelli ci siamo lasciati che comunque sia ci prendiamo un po’ di tempo per staccare. Poi si farà una cenetta insieme e ci organizzeremo per il lavoro prossimo da fare. Perché noi abbiamo in mente di fare subito qualcosa con lui e Rodrigo D’Erasmo in studio. Ne parleremo a breve”.

Il cantante del team di Emma Marrone (Under Uomini), che ha ricevuto il disco d’oro per il brano “Cuore nero”, ha dichiarato: “Con Emma ormai siamo congiunti: abbiamo lavorato tutti i giorni e ci siamo visti tutti i giorni da mesi. È nato anche quel rapporto da sorella maggiore, un sacco di feeling”. Blind ha poi spiegato: “Il disco d’oro è un punto di arrivo ma allo stesso tempo è un punto di partenza perché vuol dire che la gente ti ascolta e che l’impegno che ci hai messo vale”. Pensando ai suoi prossimi progetti, Franco Rujan - questo il nome all'anagrafe del cantante - ha dichiarato: “Ho nuova musica pronta, anche tanta. Non vedo l’ora di pubblicarla. Ho scritto tutto nel mese di agosto e scriverò ancora adesso perché è il momento”.

N.A.I.P, ripensando al suo percorso all’interno di X Factor 2020 nella categoria capitanata da Mika (gli Over) e alle sue performance, ha detto: “Io ho continuato a fare il mio discorso e sono contento che sia stato apprezzato tanto da permettermi di essere qui oggi con i finalisti”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.