“Niente di Strano 2”, su YouTube va in onda la tripletta: Samuele Bersani, Francesco Bianconi e Nolde

Dal vivo all’Alcatraz, in diretta su YouTube e anche on demand: il quinto episodio del format in live stream di buddybank e TIDAL
“Niente di Strano 2”, su YouTube va in onda la tripletta: Samuele Bersani, Francesco Bianconi e Nolde

E ritorniamo all’Alcatraz.

Nelle scorse settimane – pur in piena pandemia – il palco della venue milanese aveva lasciato che a farla da padrone fosse la scena urban italiana. Era potuto avvenire grazie a “Niente di Strano 2”, il format live pensato per il digitale da buddybank (la banca per smartphone di UniCredit) in collaborazione con TIDAL (la piattaforma di streaming musicale fondata da Jay-Z), arrivato alla sua seconda edizione. Sul canale streaming di buddybank avevamo rivissuto le performance di Lazza, Gué Pequeno con Ensi e infine di Mecna, tutte realizzate in totale sicurezza e in assenza di spettatori e destinate al pubblico da casa via YouTube, con una coreografia e una produzione che Pepsy Romanoff e Andrea Folino hanno concepito con un gusto il più analogico possibile.

Ma ora, a testimonianza che il format guarda alla musica italiana di tendenza e di qualità attraversandone i generi senza preconcetti, il quinto episodio di “Niente di Strano 2” ha virato con decisione e ci ha proposto un bill che mescola il pop di classe di Samuele Bersani con il cantautorato doc di Francesco Bianconi e il talento grezzo ma preziosissimo di Nolde. La scelta di Carlo Pastore, autore e conduttore del format, mescola dunque generazioni e stili, e riesce bene nell’intento di fonderli in uno spettacolo coeso. Per l’occasione, lo show è stato “contaminato” da una video scenografia realizzata in collaborazione con gli autori-fotografi della community Perimetro.

Emma Nolde è di gran lunga la più giovane del roster. Ha 19 anni, è originaria di San Miniato, vanta studi al Conservatorio e, soprattutto, un album di esordio uscito giusto tre mesi fa che ha fatto inarcare il sopracciglio a più di un critico musicale. “Toccaterra”, questo il titolo, cita Sartre e lega con passaggi in spoken word stili distanti come rock e rap: la stessa ricetta che ha partorito otto pezzi di pregio in studio riprende forma dal vivo, e lascia zero dubbi sull’autenticità e sul livello del suo grande talento che attinge da modelli disparati come Tame Impala, James Blake e Bon Iver – e che a Milano si sarà sicuramente giovato delle esibizioni di due artisti come Francesco Bianconi e Samuele Bersani.

A proposito del primo, va rimarcato che quello dell’Alcatraz è un concerto che equivale a una primizia. Il frontman dei Baustelle, infatti, ha dedicato buona parte di questo difficile 2020 alla pubblicazione del suo primo album solista, Forever”, uscito per lui a 47 anni suonati lo scorso ottobre. E non poteva che esserci grossa attesa per un artista la cui immagine è sempre stata finora un tutt’uno con quella della sua storica band. Ma, dopo il disco del 2018, la formazione aveva optato per una pausa e il suo leader a quel punto ha deciso di provare a spiccare il grande balzo. I concerti in gruppo di quasi due anni fa equivalevano alle ultime tracce live che si avevano di Bianconi, e “Niente di Strano 2” gli ha fornito l’occasione unica per testare lo spessore del suo materiale. Le sue nuove canzoni -  brani viscerali, semplici, diretti e musicalmente spogli, con arrangiamenti ridotti al minimo e privi della tradizionale ritmica rock – erano attese al varco per saggiarne tanto il distacco dalla sua tradizione, quanto la capacità di tenere il palco in una dimensione inedita. Il suo show milanese del 3 dicembre ce lo restituisce in grande forma.

E poi c’è Samuele Bersani, una delle più grandi anti-star della musica italiana, un autore e un interprete che sembra non si faccia mai vivo abbastanza rispetto alla qualità, all’originalità e allo humour che sa mettere nella sua musica.

Un artista che, veramente come pochissimi altri, mette quasi sempre d’accordo critica e pubblico. Anche nel suo caso, il concerto dell’Alcatraz potrebbe essere considerato una anticipatissima prova generale del suo spettacolo live previsto per fine aprile a Catania. Ma nel dubbio – lecito, purtroppo, in tempi di covid – se permettete intanto ci godiamo appieno questo, che arriva a ridosso di un altro ottimo album, .quel “Cinema Samuele” al quale abbiamo dato un bel 9, e che ci restituisce l’artista in una dimensione cinematografica anche dal vivo, alla faccia del blocco dello scrittore che lo aveva tenuto lontano dallo studio, dalle scene e dai fans.

La festa, però, non è ancora finita. Chi calcherà la scena dell’Alcatraz per il sesto e conclusivo live di “Niente di Strano 2”? Con gli episodi successivi mai svelati in anticipo, si inganna l’attesa riguardando tutto on demand sul canale YouTube di buddybank: lo stesso luogo dove sarà svelato e mostrato in diretta il prossimo concerto.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.