Rockol Awards 2021 - Vota!

Maynard James Keenan: ‘In ogni progetto ciò che fai cambia in base alle persone coinvolte’

Il frontman dei Tool e Carina Round raccontano a Rockol il nuovo album dei Puscifer e spiegano cosa significa essere coinvolti in diversi progetti musicali.
Maynard James Keenan: ‘In ogni progetto ciò che fai cambia in base alle persone coinvolte’

“Existential Reckoning” (leggi qui la nostra recensione) è il titolo dell’ultimo album dato alle stampe dai Puscifer, il progetto di Maynard James Keenan, che ha visto il frontman dei Tool collaborare nuovamente con Mat Mitchell e Carina Round. In occasione dell’uscita del successore di “Money Shot” del 2015, arrivato sui mercati lo scorso 30 ottobre, il leader del gruppo di “Ænima”, al telefono dall’Arizona, e Carina Round, in collegamento telefonico da Los Angeles, hanno raccontato a Rockol la più recente prova sulla lunga distanza dei Puscifer e hanno spiegato cosa significa essere coinvolti in più progetti musicali.

Come ha preso forma il nuovo album dei Puscifer

Per lavorare sul loro nuovo album e portare avanti la storia legata a Billy D e di sua moglie Hildy Berger - che, come sottolineato anche dalla mente creativa dei Puscifer, sono personaggi di finzione ricorrenti nei loro lavori, nei loro spettacoli e nei loro video - il trio formato da Maynard James Keenan, Carina Round e Mat Mitchell, come degli agenti in stile “Men in Black” sulle tracce dell’uomo scomparso e presumibilmente vittima di un rapimento alieno, hanno arruolato Greg Edwards, Gunnar Olsen e Sarah Jones. 

Mitchell ha iniziato le lavorazioni per l’ultimo album dei Puscifer nel 2016 e, ha narrato a Rockol Carina, “ciò che ha fatto è stato richiudersi nel suo studio, come se fosse una piccola caverna, e lavorare con i sintetizzatori e i suoi strumenti”. È stato Mat Mitchell, utilizzando - tra le altre cose - il Fairlight CM IIx e il Synclavier II (sintetizzatore/campionatore digitale degli anni Ottanta), a dare forma all’ambiente sonoro di “Existential Reckoning”, che si colora di atmosfere retrò, pur suonando moderno e all’avanguardia. Maynard James Keenan, invece, ha iniziato a mettere mano al più recente disco del suo progetto all’inizio del 2019, seguito da Carina Round. Questa ha descritto il suo processo creativo e quello del leader dei Tool come “una risposta al paesaggio sonoro musicale che Matt ha creato con gli strumenti musicali di cui si è innamorato lavorando alla musica”.

Come in tutti i processi creativi che abbiamo fatto o che ho fatto la musica viene prima, le melodie vocali vengono dopo in risposta alla musica, e così anche le storie iniziano a venire fuori”, ha, infatti, spiegato Maynard James Keenan.

Sottolineando il fatto che Carina ha lavorato all’album successivamente il suo apporto, Keenan ha aggiunto: “Poi se devo riadattare i ritmi vocali per adattarli alle parole sono io che lavoro sugli adattamenti e sul suono. Successivamente passo il lavoro a Carina. Lei aggiunge poi i suoi pezzi”. Sempre seguendo questo schema di lavoro i Puscifer sono riusciti a creare quell’.equilibrio tra la voce di Maynard James Keenan e quella di Carina Round che caratterizza i brani di “Existential Reckoning” e dei loro precedenti album. “Dopo che Matt ha lavorato sulla musica e Maynard ha inserito le sue melodie vocali e i ritmi vocali, io solitamente sperimento per ore e ore per trovare qualcosa che funzioni bene e intuitivamente. Poi ripasso il lavoro a Matt così che può cambiare la musica in base a quello che abbiamo fatto”, ha detto la Round. Ha continuato narrando: “Quando cantiamo insieme nello stesso momento le nostre voci suonano bene insieme e funzionano alla grande. Quando Maynard lavora sulle sue parti e io sulle mie è una cosa diversa. Ma possiamo bloccarlo e adattare lo schema. Lavoriamo intuitivamente l'uno dall’altro”.

L’album “Existential Reckoning” è “una celebrazione della vita”

Nell’ultimo album dei Puscifer, il cui titolo “Existential Reckoning” (in italiano “resa dei conti esistenziale”) - ha spiegato Maynard James Keenan - “corrisponde alle 12 storie e alle sensazioni racchiuse all'interno delle 12 canzoni del disco”, il frontman dei Tool presenta diversi lati del suo carattere, da quello più scanzonato a quello più riflessivo.

La traccia “The Underwhelming”, per esempio, propone una riflessione sulla consapevolezza delle persone riguardo a ciò che succede intorno a loro, come la pandemia da Coronavirus, e alla necessità di reagire in modo appropriato. Spiegando quali sono gli argomenti trattati all’interno di “Existential Reckoning”, Keenan ha narrato a Rockol: “In generale, .quando scriviamo, come artisti cerchiamo di riflettere non solo dove siamo ma anche dove siamo stati”. Il 56enne artista statunitense - il quale, per rispondere alla domanda su qual è il messaggio dietro l’ultimo album dei Puscifer, ha spiegato: “Non so se c’è. È una celebrazione della vita e di tutti i processi che ne derivano. È come fare una bottiglia di vino o preparare del cibo: non ci sono messaggi che celebrano la vita - ha aggiunto: “Quindi introduciamo alcune delle nostre esperienze, siamo in grado di interpretare liberamente le idee del passato che ho usato nel presente. Quando si tratta di ciò che sta accadendo nel mondo non vuoi diventare troppo attuale e tutte le emozioni che senti collegate a questi eventi, le hai provate prima che accadessero. Le hai già provate prima, quindi le metti a posto e risuonano non solo per oggi ma per ieri e domani”.

Dai Tool ai Puscifer: cosa significa essere coinvolti in diversi progetti musicali

Il progetto dei Puscifer, presentato nel 1995 come una band fittizia in un episodio della serie Mr.

Show with Bob and David e successivamente diventato una sorta di rifugio artistico per l’artista statunitense, ha permesso a Maynard James Keenan, conosciuto soprattutto per essere il leader dei Tool, di dare retta a diversi lati del suo carattere. Attraverso gli album “‘V’ Is for Vagina” del 2007, “Conditions of My Parole” del 2011, “Money Shot” del 2015 e l’ultimo “Existential Reckoning” - gli ultimi tre realizzati anche con Carina Round, a capo, tra le altre cose, del side project Early Winters - hanno rivelato la parte meno rigorosa del frontman del gruppo di “Ænima” e meno emotiva di quella che traspare dalle canzoni firmate A Perfect Circle di Keenan con Billy Howerdel. Oltre a definire i Puscifer con gli aggettivi “resilienza, adattabilità, flessibilità, perseveranza”, Maynard James Keenan, rispondendo alla domanda su quale siano gli aspetti della sua persona come essere umano e artista che emergono dai vari progetti in cui è coinvolto, ha detto: “.Per tutti i progetti dipende da chi è coinvolto - in tutti i miei progetti, in tutti i progetti di Carina e in tutti i progetti di Matt. Porti te stesso nei progetti e intrattieni una conversazione con le altre persone. Ogni cosa che fai, anche all’interno di uno stesso progetto, cambia in base alla conversazione che - intendo dire metaforicamente - porta alle canzoni”. La voce della band alternative metal losangelina - che quest’anno ha avuto a che fare in prima persona con il Covid-19 e che sulla situazione attuale causata dalla pandemia da Coronavirus ha detto: “La gestisci perché non hai scelta. Siamo esseri umani adattabili: eccome come siamo sopravvissuti a folli cambiamenti nel corso del tempo” - ha poi detto: “È il modo in cui incontri, come comunichi, come parli: parli in modo diverso a tua madre rispetto che al tuo amante, al tuo bambino, al tuo migliore amico. Parli con loro in modo diverso rispetto a un perfetto sconosciuto. Tutte queste conversazioni sono diverse. È molto difficile anche per te stesso, come individuo, sapere chi sei in quelle conversazioni. Tutto ciò che puoi fare è fare un passo indietro e guardare, ottenere una prospettiva esterna, allontanandoti da te stesso per vedere come quelle conversazioni differiscono in quel processo che dura tutta la vita”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.