I Rolling Stones aprono un negozio virtuale

Nell'attesa di un nuovo album la band britannica inaugura un virtual shop.
I Rolling Stones aprono un negozio virtuale

I Rolling Stones raddoppiano. Dopo avere aperto il loro primo flagship store a Londra, a Soho, 'RS No.9 Carnaby', lo scorso mese di settembre, la band di Mick Jagger e Keith Richards ha inaugurato anche un negozio di e-commerce globale che permette un'esperienza virtuale a 360° e, soprattutto, permette ai fan che non avessero la possibilità di recarsi nella capitale inglese di poter acquistare comunque il merchandising ufficiale del loro gruppo preferito.

Il negozio è il frutto di una collaborazione tra Rolling Stones e Bravado, la società di merchandise e brand management di Universal Music Group. John Habbouch di Bravado ha dichiarato: "Siamo entusiasti di poter portare nel mondo il nuovissimo negozio 'RS No. 9 Carnaby' e di consentire a clienti e fan di acquistare la collezione comodamente da casa propria attraverso un'esperienza online coinvolgente e unica di questo entusiasmante spazio di vendita al dettaglio."

La band britannica è tutt'ora in attività e guarda al futuro, più precisamente conta di festeggiare, nel 2022, il suo sessantesimo compleanno. Keith Richards al proposito, scaramanticamente e con la consueta ironia, ha di recente commentato "I 60 anni dei Rolling Stones? Per quell'occasione mi regalerò una nuova sedia a rotelle". E, in precedenza, aveva chiosato a chi gli chiedeva quali progetti ci fossero in cantiere per celebrare quel traguardo: "Possibilmente, arrivarci tutti da vivi. Come prima cosa, cercherò di superare il 2020 e vedrò come gestiremo l'anno prossimo. Credo che al momento ci siano problemi più grossi che festeggiare i Rolling Stones".

L'ultima fatica discografica dei Rolling Stones, il singolo inedito "Living in a Ghost Town", risale allo scorso aprile, in pieno lockdown, mentre per trovare un album in studio si deve tornare al dicembre 2016 quando venne pubblicato "Blue & Lonesome" (leggi qui la recensione), un album di cover blues. Per un disco di inediti si deve riavvolgere il nastro del tempo all'ottobre 2005 e a "A bigger bang" (leggi qui la recensione).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.