Franco Battiato a 45 giri: "Vento caldo" / "Marciapiede" (1971)

La storia dei 45 giri degli anni Sessanta e Settanta del musicista siciliano
Franco Battiato a 45 giri: "Vento caldo" / "Marciapiede" (1971)

1971 - VENTO CALDO / MARCIAPIEDE (45 giri, Philips)

Tra il 1969 e il 1971 Battiato cambia pelle. Visti gli scarsi riconoscimenti, la curiosità per i nuovi suoni che arrivano dall'estero e la sensazione di essere entrato a far parte di un ambiente che non lo appartiene, egli rompe definitivamente con il mondo della musica leggera e si ritira per cercare nuove strategie. Nel frattempo viene alla luce un 45 giri che nel tempo è diventato una vera chimera per i collezionisti. La sua pubblicazione infatti, se mai è avvenuta, è stata in pochissime copie promozionali che nessuno ha mai visto. Il singolo contiene due brani rimasti nel cassetto dal 1968, firmati unicamente da Battiato.

"Vento caldo". Per la prima volta Franco si occupa anche degli arrangiamenti, in questo caso la rielaborazione di un tema dal "Concerto n.1 per pianoforte e orchestra in Si bemolle maggiore Op. 23" di Pëtr Il'ič Čajkovskij. Lo scopo è quello di creare un ibrido tra il classico e il pop, sullo stile della famosa "A whiter shade of pale" dei Procol Harum. "Vento caldo" ha lo stesso incedere e la stessa struttura della hit della band inglese, con il tema di Čajkovskij eseguito dall'organo Hammond. L'argomento del brano è la solita nostalgia per un rapporto partito con i migliori auspici e poi guastatosi col tempo. "Vento caldo" chiude una sorta di concept sulla malinconia, le incomprensioni e gli struggimenti amorosi che si è dipanato lungo tutti i singoli pubblicati da Battiato in questa prima fase di carriera. Tali argomenti non verranno messi da parte dal nostro che in futuro li riprenderà ampiamente nei vari "Fleurs".

 

"Marciapiede". La canzone del lato B racconta di una prostituta solo apparentemente redenta. Il primo pezzo di Battiato al cento per cento non  lascia presagire quello che il musicista diventerà da lì a poco, e solo un bel tema di oboe salva in minima parte una canzone anonima e senza mordente. Da notare però i cori che Franco inserisce a corollario della strofa, e sembrano già preannunciare certe atmosfere di “Fetus” e “Pollution”.
Dei brani incisi da Franco Battiato tra il 1965 e il 1969 non si saprà più nulla per molti anni.

La maggior parte degli estimatori del musicista ignoreranno a lungo l'esistenza di queste canzoni e di questa fase della sua carriera. Nel 1982 però (a seguito del successo de “La voce del padrone”) quasi tutti i singoli verranno inseriti nella raccolta “Franco Battiato”, a cura delle edizioni Curcio. Questi e altri, in versione rimasterizzata, saranno poi inclusi nell'antologia “Le stagioni del nostro amore” (2003) .

Fabio Zuffanti

Il testo è tratto da "Franco Battiato: Tutti i dischi e tutte le canzoni, dal 1965 al 2019" di Fabio Zuffanti, pubblicato da Arcana, per gentile concessione dell'autore e dell'editore. (C) 2020 Lit edizioni s.a.s.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/w9TNnXw_9VohJJeUYDcafKmdslU=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/franco-battiato-libro-zuffanti.jpg

 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.