Voci: Bruce Springsteen, nuovo album in arrivo ad ottobre?

... e un singolo forse già la prossima settimana, si dice insistentemente tra i fan. Tutto nasce da un post del produttore Ron Aniello. Nessuna conferma ufficiale, per il momento, ma la comunità del Boss è in subbuglio
Voci: Bruce Springsteen, nuovo album in arrivo ad ottobre?

La storia del nuovo album di Bruce Springsteen è degna di una serie TV, con tante puntate e molto suspence. E, sì, ci sono novità e forse un nuovo colpo di scena: girano voci - non confermate ufficialmente, ma originate da una grossa fonte - che qualcosa potrebbe già muoversi dalla prossima settimana: un singolo il 10, poi un un album il 23 ottobre per il Boss. Voci, appunto, ma proviamo a capire come sono nate.

Nella primavera 2019, ancora prima dell'uscita di "Western stars", Springsteen dice di voler tornare in studio e in tour con la E Street Band. In autunno ribadisce di avere scritto canzoni nuove per la band e di non vedere l'ora di inciderle. Da inizio 2020 iniziano a girare informazioni, provenienti dai suoi collaboratori. Già a febbraio - prima della pandemia - Little Steven fa però capire che i piani di un tour della E Street Band per sono stati messi in pausa, e con essi l'uscita dell'album. Poi arriva la pandemia e tutto si ferma, nella musica. Ma non nella E Street Nation: diversi membri della band continuano a rilasciare dichiarazioni in interviste (l'ultima è di Nils Lofgren, qualche settimana fa: "l'album è eccezionale"), Patti Scialfa racconta che fa fatica a lavorare al suo album perché il marito è sempre nello studio di casa. E, soprattutto, c'è Ron Aniello: il produttore di fiducia del Boss posta diverse immagini su Instagram dallo studio, confermando che si sta lavorando all'album. 

Ed arriviamo alle ultime settimane. Prima Springsteen viene visto ad Asbury Park per una photo shoot con Danny Clinch, fotografo di fiducia: c'è chi immediatamente pensa ad un lavoro per una prossima pubblicazione discografica. Poi Aniello fa nuovamente da scintilla: il 21 agosto posta su Instagram una storia dal New Jersey, un cielo cupo che sta di tempesta e la scritta "sta arrivando". I fan lo leggono come una sorta di annuncio in codice e vanno in fibrillazione. Non abbiamo ripreso il post perché era troppo generico per essere collegato ad un annuncio, e diverso dalle foto dallo studio. Non abbiamo neanche ripreso le altre voci che girano da tempo, quelle di un'uscita natalizia di un box di inediti dagli archivi (un "Tracks 2", per intenderci), anch'esse senza pezze di appoggio. Queste ultime voci vengono poi smentite la settimana scorsa dal podcast None But The Brave, che sostiene che l'operazione è stata accantonata (ammesso che sia mai esistita).  

Da un paio di giorni - ed è il motivo per cui ne scriviamo oggi - le voci si sono fatte più insistenti e con nuovi dettagli. Vale la pena riportarle, ricordandosi quello che sono: voci, appunto, non informazioni ufficiali. 

Prima Asbury Park Press (testata locale molto attenta al Boss) rilancia il post di Aniello, e ricostruisce la storia recente, compresa quella del photo shoot. Poi ieri due siti italiani molto noti nella comunità dei fan internazionali e solitamente ritenuti ben informati, postano quasi contemporaneamente due informazioni diverse e complementari. Pink Cadillac, su instagram posta un'immagine con una lista di canzoni, e la didascalia "voci voci voci" e "ottobre ottobre ottobre". Tra queste ci sarebbe anche una canzone intitolata "The storm" (che rimanda al post di Aniello). Badlands.it posta sul suo account twitter (privato) due date: il 10 settembre per il primo singolo e il 23 ottobre per l'album. Nel giro di poche ore le informazioni vengono riprese e rilanciate sui forum e sui social, anche  da springsteeniani ritenuti autorevoli nella comunità, che ricordano come Badlands l'anno scorso fosse stato il primo ad anticipare correttamente la notizia dell'uscita del primo singolo da "Western stars".

Le voci girano talmente tanto che ieri sera Aniello torna su Twitter dopo più di un anno (il suo account era fermo da 442 giorni) e in una risposta specifica che il suo post era soltanto "una bella foto, non un messaggio criptato".

Insomma: solo voci.  Ma qualcosa continua a muoversi, non solo tra i fan ma proprio tra i collaboratori diretti del Boss: è noto che Springsteen e il suo staff spesso prendono decisioni importanti improvvisamente, per poi cambiarle altrettanto repentinamente, quindi ogni cosa è possibile.  Non rimane che attendere e vedere. Anzi, ascoltare, in attesa delle conferme ufficiali, se arriveranno.

(gs)

Dall'archivio di Rockol - I classici del rock: "Born in the USA" di Bruce Springsteen
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.