Benji & Fede: 'Abbiamo bisogno di mettere in stop il progetto per essere liberi di fare altro'

Il duo formato da Benjamin e Federico racconta a Rockol la decisione di concludere il proprio percorso artistico, il libro “Naked” e il suo ultimo concerto che si terrà prossimamente all’Arena di Verona.
Benji & Fede: 'Abbiamo bisogno di mettere in stop il progetto per essere liberi di fare altro'

Lo scorso febbraio, annunciando la conclusione dell’avventura di Benji & Fede, il duo formato da Benjamin Mascolo e Federico Rossi ha annunciato l’uscita del libro “Naked”. “La verità è che non avremmo potuto fare altro. Solo che non puoi vivere perennemente a duecento all’ora restando la stessa persona, e per ritrovare la magia di quello che facciamo abbiamo bisogno di ritrovare noi stessi”, hanno scritto nel post pubblicato sui social Benji & Fede, che prossimamente terranno il loro ultimo concerto all’Arena di Verona.

Raccontando a Rockol come sono nati l’idea di scrivere un libro - in uscita il prossimo 5 maggio - e il bisogno di concludere l’avventura del duo che ha esordito discograficamente nel 2015 con l’album “20:05”, Benjamin ha raccontato: “Abbiamo iniziato a scrivere il libro perché volevamo raccontare quegli aspetti un po’ nascosti della nostra personalità e della nostra vita, raccontare ai fan quelle cose che avevamo tenuto per noi stessi. Con il passare dei mesi la situazione è evoluta finché sia io che Fede non abbiamo deciso insieme di mettere in stop il nostro progetto e di prenderci il tempo per lavorare su noi stessi in maniera differente, impiegare il nostro tempo e le energie in maniera differente.” Sulla scelta di concludere il percorso artistico di Benji e Fede - che il duo, in fase di scrittura, ha deciso di raccontare nel proprio libro, “Naked” - Benjamin Mascolo ha precisato:

“Tutto quello che facevamo, che pensavamo dalla mattina alla sera era lavorare su Benji & Fede. Quello era il nostro focus, unico e principale, e ci occupava tutto il tempo e l’energia. Quindi questo bisogno di mettere in stop il nostro progetto deriva dal fatto che vogliamo essere liberi di fare altro, di lavorare su noi stessi, su altri stimoli.”

“Scrivere un libro è stato una sorta di liberazione per noi, un po’ come se fosse stato uno sfogo”, ha detto Federico, parlando di “Naked” - che affronta diversi temi come l’amore, il successo, la depressione e il dolore oltre a raccontare cosa significa convivere con la notorietà, illustrando i suoi aspetti positivi e negativi. Fede ha poi spiegato: “Abbiamo deciso di far trasparire dal libro anche ciò che il successo magari ti toglie, oppure le responsabilità nell’avere una vita di questo tipo a vent’anni. È stato proprio bello perché ci sono scritte cose che nessuno sa, neanche i nostri genitori.”

Attraverso i loro brani Benji & Fede - che tra il 2015 e il 2019 hanno dato alle stampe quattro album in studio, l’ultimo dei quali è “Good vibes” che contiene, tra gli altri, il singolo “Dove e quando” - hanno sempre cercato in qualche modo di rappresentare il proprio mondo. Sottolineando la differenza tra lo scrivere una canzone e un libro, Benjamin ha detto: “La scrittura di un libro rispetto a quella di una canzone è simile ma è diversa. Delle volte scrivi una canzone che parla della tua vita ma che può diventare anche una sorta di romanzo. Attraverso un brano racconti una storia che può entrare in un mondo più di immaginazione, di fantasia; crei delle immagini che non per forza corrispondo a qualcosa accaduto davvero, ma che sono metaforiche, simboliche. Scrivere questo libro, invece, per noi ha significato mettere nero su bianco la realtà, seppur più cruda e più grezza in certi momenti, e anche dolorosa da scrivere e da leggere.”

Caricamento video in corso Link

Oggi, 3 maggio, si sarebbe dovuto tenere all’Arena di Verona l’ultimo concerto di Benji & Fede - rimandato a data da destinarsi a causa dell’emergenza Coronavirus. Il duo, proprio in questo giorno, ha scelto di tenere un concerto da casa che, trasmesso in diretta sul suo profilo Instagram, sarà un modo per celebrare il proprio percorso con i fan. “Abbiamo deciso di suonare alcuni nostri pezzi tratti da tutti e quattro i nostri album, alcuni scelti dai nostri fan e altri da noi”, ha raccontato Federico. “Sarà un momento di vicinanza grazie alla musica, riusciremo comunque ad avere un contatto con i nostri fan nonostante tutto.” Con la speranza di salire sul palco della storica venue veronese il prima possibile insieme a Benjamin, Fede ha sottolineato: “Anche se Benji & Fede saranno in stop, ci terremo a fare il concerto all’Arena di Verona in ogni caso. È una di quelle cose troppo importanti, sarebbe stato il concerto più importante della nostra carriera. Una live su Instagram non è niente in confronto però è un segnale, è simbolica.”

“Il concerto all’Arena di Verona sarebbe stato un concerto speciale, un modo per salutare i fan, per rivivere insieme a loro tutti i momenti della nostra carriera”, ha narrato Benjamin spiegando come lui e Federico hanno lavorato in vista del 3 maggio, prima della sospensione del live a causa della pandemia da Covid-19. “Avremmo suonato le canzoni più importanti che hanno determinato la nostra carriera. Sarebbe stato un percorso non solo di canzoni ma anche di eventi.” Pensando a come il duo si preparerà al live a Verona, Benji ha aggiunto: “Quello che faremo sarà ripercorrere i momenti clou della nostra carriera, attraverso le canzoni e diversi contenuti a livello di spettacolo.” Ha continuato: “Il concerto in sé rappresenterà un saluto ai fan e un grande ringraziamento per esserci stati per noi e per averci seguito in questo percorso. Sarà anche un tributo a tutti coloro che hanno lavorato con Benji & Fede, i produttori, i musicisti e tutti coloro che hanno reso questo possibile. Quindi quella era l’idea, speriamo di riuscire a svilupparla di nuovo, presto.” Il concerto all’Arena di Verona sarà un addio o un arrivederci? “Per me significa lasciare una porta aperta, e non passarci più”, ha risposto Benjamin. “Che non significa chiuderla - perché chiuderla significa chiudi una porta e poi non ci puoi più entrare - ma lasciarla aperta a qualsiasi eventualità, per il futuro.” Ha poi aggiunto: “Non ci vogliamo pensare adesso e allo stesso modo non vogliamo sbilanciarci in una direzione o in un’altra. Se dici che è un arrivederci accusi la pressione di dover tornare prima o poi; se dici che è un addio vuol dire che stai chiudendo una porta. Vogliamo semplicemente prendere questo momento di stop per vivere anche la vita in maniera un bel po’ differente e poi vediamo.”

L’ultimo concerto all’Arena di Verona a cui Benji & Fede hanno assistito da spettatori è stato un live di Jovanotti. Ricordando quel momento e immaginando come il duo vivrà l’esperienza di esibirsi sul palco della storica venue sita nella città di Giulietta e Romeo, Federico ha spiegato: “Quello di Jovanotti è stato un concerto veramente magico, per questo ci siamo detti: ‘Sarebbe bello un giorno arrivare a fare un concerto come quello.’ Essere arrivati all’Arena, a prescindere da un concerto come quello di Jovanotti - che è abbastanza inarrivabile, almeno per il momento - ci ha dato quello sprint di magia che ci ha fatto sognare ancora più in grande.” Fede ha poi aggiunto: “Non riesco a immaginare al momento l’emozione che proverò e la testa con cui andrò anche solo a far le prove su quel palco.”

Pensando poi al proprio futuro e a quello di Federico, Benjamin ha spiegato: “La parola futuro rappresenta per entrambi crescita e sviluppo.” Ha poi aggiunto: “Musicalmente rappresenta una nuova fase creativa, differente, dove possiamo sperimentare senza aver vincoli di alcun tipo a livello contrattuale, a livello di genere musicale, proprio un nuovo tipo di libertà e sviluppo.”

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
3 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.