Le brevi di oggi 30 marzo

Notizie in poche righe dal mondo della musica italiana e internazionale.
Le brevi di oggi 30 marzo

Come molti suoi colleghi anche Ringo Starr si vede costretto, a causa Coronavirus, a rischedulare il suo tour statunitense con la All Starr Band previsto per questa primavera/estate. Il batterista dei Beatles rimanda tutto a partire da giugno 2021.

Dichiara Ringo in un comunicato:

“Questo è molto difficile per me. In 30 anni penso di aver perso solo 2 o 3 concerti mai un intero tour. Ma è così che vanno le cose per tutti noi in questo momento, devo restare a casa proprio come voi dovete restare a casa (...) Quindi abbiamo spostato il tour primaverile al 2021. I miei fan sanno che li adoro e adoro suonare per loro e non vedo l'ora di vedervi tutti al più presto. Nel frattempo rimanete al sicuro. Pace e amore per tutti.”

********************************************************************************************************************************************************************************************************************

Il 26enne rapper nato a La Spezia Dani Faiv, all'anagrafe Daniele Ceccaroni, ha pubblicato il video del suo ultimo singolo “In peggio”, diretto da YouNuts!, che anticipa un progetto discografico di prossima uscita per Arista/Sony Music.

********************************************************************************************************************************************************************************************************************

Il quintetto di Paolo Fresu festeggia i suoi 36 anni di vita pubblicando “reWanderlust”, album che esce rimasterizzato a 23 anni dalla sua prima pubblicazione. Scrive il musicista sardo nelle note di copertina del disco:

“Il 13 maggio del 1996 il Quintetto Italiano si esibisce nel festival internazionale 'Jazz à Liège'. Su un’idea di Lina Guglielmi, allora manager del gruppo per il Belgio, al quintetto si aggiunge il giovane sassofonista belga Erwin Vann. Il giorno successivo il gruppo entra nello studio A della Radio Televisione belga francese e incide un master‘live’ su due piste che verrà poi pubblicato dalla BMG francese nel 1997 grazie all’intermediazione del produttore francese Jean-Jacques Pussiau, già mio collaboratore per progetti discografici pubblicati dalla OWL record. “Wanderlust” sarà il primo di una fortunata serie di 5 dischi prodotti dalla major francese che rafforzeranno il mio rapporto creativo con la Francia. Il repertorio è composto da vecchie e nuove composizioni del Quintetto, per l’occasione arrangiate per sestetto, che riprendono il mood di album come “Ossi di Seppia” e “Ensalada mistica”, precedentemente pubblicati per la Splasc(h) Record. A queste si aggiungono “Children of 10000 Years” di Erwin Vann, lo standard di Mal Waldron “Soul Eyes”, l’intenso tema cinematografico scritto da William Walton “Touch Her Soft Lips and Part” oltre a un omaggio al sassofonista e flautista belga Bobby Jaspar, artista quell’anno al quale il festival tributava un doveroso omaggio nei settant’anni dalla nascita. Se il disco si apre con l’arrangiamento originale di “Trunca e peltunta” registrato nel 1986 assieme a Dave Liebman è il brano “Wanderlust” (termine inglese di origine tedesca che si riferisce al romantico desiderio di viaggiare ed esplorare il mondo) a dare identità al progetto inteso come cammino possibile nell’anima.”

 *******************************************************************************************************************************************************************************************************************

Le note di Ennio Morricone sono risuonate su una Piazza Navona, a Roma, mai così deserta. Un chitarrista, da solo, su una terrazza, ha eseguito il tema del film di Sergio Leone, 'C'era una volta in America', la cui colonna sonora è stata composta, per l'appunto, dal 91enne compositore romano.

********************************************************************************************************************************************************************************************************************

Il 79enne Placido Domingo è stato ricoverato in Messico per complicazioni dovute al Coronavirus. A riportarlo è l'emittente televisiva statunitense Cnn, secondo la quale Placido Domingo starebbe comunque reagendo alle cure somministrategli. Il tenore spagnolo aveva annunciato la scorsa settimana di essere risultato positivo al Coronavirus.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.