Coronavirus, polemiche in UK: Stereophonics, Morrissey e altri in concerto nonostante l'emergenza

Le foto dei concerti della band guidata da Kelly Jones fa indignare il web. Ma non solo gli unici a continuare ad esibirsi dal vivo in Uk.
Coronavirus, polemiche in UK: Stereophonics, Morrissey e altri in concerto nonostante l'emergenza

Diffusosi ormai in tutto il mondo, il Coronavirus sta facendo registrare numeri a dir poco allarmanti per quanto riguarda contagi e decessi, spingendo negli scorsi giorni l'Organizzazione mondiale della sanità a dichiarare la pandemia.

Eppure in molti continuano a minimizzare la portata di questo virus, anche nel mondo della musica. Nel Regno Unito e negli Usa stanno facendo discutere le decisioni di band e musicisti di continuare a suonare dal vivo nonostante l'emergenza. In Uk, in particolar modo, dove il governo non ha ordinato disposizioni stringenti, limitandosi alle raccomandazioni, artisti come Morrissey, gli Stereophonics e gli Orbital continuano fieramente ad esibirsi nelle arene e nei club, suscitando però la reazione sdegnata di una parte della popolazione, che sui social li accusa di essere irresponsabili.

Il caso più lampante è quello degli Stereophonics: la foto del concerto della band dello scorso venerdì alla Manchester Arena, che può contenere fino a 21mila persone, sta facendo il giro sui social, così come anche il video del concerto tenuto da Kelly Jones e soci alla Motorpoint Arena di Cardiff, che ha una capienza di circa 12mila posti (5mila a sedere e 7.500 in piedi). Ma come gli Streophonics, stanno continuando in questi giorni ad esibirsi dal vivo anche Morrissey, Lewis Capaldi, Paul Carrack, John Hopkins, Orbital, Frank Turner, Elvis Costello e Bryan Ferry.

Sui social, però, è pioggia di critiche, con gli utenti che accusano gli artisti di essere degli irresponsabili, invitandoli a sospendere le rispettive tournée per impedire l'ulteriore diffusione del virus nel Regno Unito, dove il numero dei contagiati è al momento relativamente basso (rispetto ad altri paesi europei come l'Italia, la Spagna, la Germania e la Francia), ma che ha comunque superato quota mille, mentre i morti sono 21 (secondo i dati di ieri).

Secondo indiscrezioni riferite negli scorsi giorni da Billboard Usa, Live Nation - tra i principali promoter mondiali - starebbe meditando di sospendere i tour di tutti gli artisti del suo roster.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.