Pearl Jam, l’ascolto in anteprima di ‘Gigaton’ con Eddie Vedder a Los Angeles

La formazione di Seattle ha fatto ascoltare il suo nuovo album e ha raccontato come sono nate le canzoni dell’ideale seguito di ‘Lightning Bolt’

Pearl Jam, l’ascolto in anteprima di ‘Gigaton’ con Eddie Vedder a Los Angeles

Lo scorso 24 gennaio la band di Seattle ha fatto ascoltare in anteprima il suo nuovo album, “Gigaton”, al NeueHouse di Los Angeles alla presenza di Eddie Vedder e di Josh Evans - che hanno raccontato come sono nate le canzoni del prossimo disco dei Pearl Jam, atteso sui mercati il 27 marzo. Il giornalista Jonathan Cohen, in un articolo per Variety, ha definito “Gigaton” come “il disco più forte e vario del gruppo dai tempi di ‘Yield’ del 1998.”

L’album, contenente dodici tracce e della durata complessiva di 57 minuti, si apre con due canzoni rock: “Who Ever Said” - in cui Vedder intona il verso: “All the answers will be found in the mistakes we have made” - e “Super Blood Wolf Moon”, con un assolo di chitarra di Mike McCready.

Dopo il singolo pubblicato lo scorso 22 gennaio, “Dance of the Clairvoyants”, è la volta del brano “Quick Escape”, guidato da un groove di basso di Jeff Ament, in cui Eddie Vedder - riporta Jonathan Cohen su Variety - racconta un viaggio internazionale e, citando nel testo Jack Kerouac, dice: “Sleep sack, a bivouac and Kerouac sense of time.”

Il disco presenta poi la canzone “Alright” con Vedder che canta: “If your heart still beats free, keep it to yourself.” Come scrive Jonathan Cohen, il frontman dei Pearl Jam si è detto particolarmente orgoglioso del testo della traccia successiva del disco, “Seven O’Clock” - che ricorda i Pink Floyd. Di questa canzone Josh Evans ha detto a Variety: “È nata da un’improvvisazione durante le prime sessioni di registrazione.” E ha aggiunto: “Abbiamo selezionato i momenti interessanti e li abbiamo messi insieme, poi la band l’ha arricchita con un sacco di nuovi spunti.”

La settimana traccia è “Never Destination” che - scrive Jonathan Cohen - ricorda il brano “MFC” dei Pearl Jam con sonorità vicine al post-punk britannico e con un altro assolo di McCready. “Gigaton” propone poi “Take the Long Way”, firmata da Matt Cameron e - dice Cohen - con Vedder che urla: “I always take the long way/ It leads me back to you.”

Jonathan Cohen definisce la traccia successiva, “Buckle Up” - scritta da Stone Gossard - come la canzone più astratta del disco e ideale introduzione del brano “Come Then Goes”, firmata da Vedder.

“Gigaton” si conclude con “Retrograde” - che, riporta Cohen, risale alle sessioni di registrazione del 2017 e ricorda alcuni singoli dei Pearl Jam del 2010 come “Just Breath” e “Sirens” - e “River Cross”, unica canzone del disco già presentata dal vivo dalla band in alcune occasioni, che richiama, per esempio, il brano “Carpet Crawlers” dei Genesis. Quest’ultima traccia è arricchita dal suono di un organo di metà ottocento, per mano di Vedder, e di una kalimba suonata da Jeff Ament. “Il suono dell’organo presente nella traccia finale era già incluso nella demo.” Ha spiegato Evans a Variety. “La band ha poi aggiunto piccole parti delicate per trasformarlo in una vera canzone dei Pearl Jam. Mike ha integrato l’E-bow e Stone un accenno di chitarra acustica. Io ho addirittura aggiunto dei sintetizzatori.”

Ecco il video con l'esecuzione dal vivo di "River Cross" all'Ohana Music Festival del 2017:

Christopher Polk ha condiviso su Instagram una foto di Eddie Vedder, scattata durante l'ascolto in anteprima di "Gigaton" al NeueHouse di Los Angeles:

I Pearl Jam si esibiranno in concerto in Italia il prossimo 5 luglio all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, vicino Bologna.

Il sito pearljamonline.it ha riportato nel dettaglio la tracklist del disco con la durata delle canzoni:

01. Who Ever Said (05:12)
02. Superblood Wolfmoon (03:49)
03. Dance of the Clairvoyants (04.25)
04. Quick Escape (04.47)
05. Alright (03.44)
06. Seven O’clock (06:14)
07. Never Destination (04:17)
08. Take The Long Way (03:42)
09. Buckle Up (03:37)
10. Comes Then Goes (06:02)
11. Retrograde (05.22)
12. River Cross (05:53)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
5 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.