XVI Edizione di ‘Musicultura’: ‘Grande rispetto e attenzione per i finalisti’

I prossimi 23, 24 e 25 giugno si terrà la XVI edizione di Musicultura – Festival della Canzone Popolare e D’autore (già conosciuto come Premio Recanati).
Il festival, che quest’anno sarà ospitato dall’Arena Sferisterio di Macerata, negli ultimi quindici anni si è affermato come una delle più importanti manifestazioni musicali in Italia. Una delle maggiori caratteristiche di Musicultura è l’attenzione che viene data alla musica popolare senza confini di genere: “Gli artisti che partecipano al festival”, ci spiega il portavoce di Musicultura durante la conferenza stampa, “non salgono sul palco con lo scopo di promuovere il loro album, ma ci salgono perché sanno che da lì possono nascere grandi collaborazioni artistiche. Ricordiamo”, proseguono gli organizzatori, “una delle scorse edizioni in cui sul palco si esibirono Anna Oxa, Ennio Remondino e Mimmo Candido, per non dimenticare lo spettacolo di Jovanotti sulla Beat Generation”.
Gli artisti che hanno fatto domanda per partecipare alla rassegna musicale erano inizialmente settecento, tra i quali sono stati selezionati sessanta musicisti.
Dopo un’audizione live a porte chiuse, alla quale ha assistito il Comitato Artistico di Garanzia formato da Radio1Rai e Radiocorriere Tv, i finalisti di questa edizione sono rimasti in sedici: Elisa Amistadi con il brano “Trisomia 21”, Caraserena con “Due minuti”, Chiarastella con “Mandorlinfiore”, Compagnia D'Encelado Superbo con “Ammula fobbici e cutedda”, Pier Cortese con “Il basilico”, Simone Cristicchi con “Studentessa universitaria”, Luca De Paoli con “Disorientami”, Erika Blu con “Ancora un po’”, Fabula Rasa con “Fiorile”, Carlo Alberto Ferrara con “Incubalibre”, Flamingo con “Il ricordo”, Luca Gemma con “Aeroplano”, I Beatipaoli con “Ballapanza”, Mines con “Per diventare gay”, Santibailor “Ancora” e Zoldester con “Dicevo di sì”.
“Lo scopo di questa manifestazione”, spiega il portavoce di Musicultura, “è quello di avere un palinsesto molto vario, con una scaletta diversa ogni sera ed eventi anche durante il resto della giornata. Sono previsti momenti di poesia e musica popolare per le vie del paese. Per questa edizione”, prosegue, “ha accettato l’invito anche Ivano Fossati, che probabilmente durante la sua esibizione proporrà anche un brano inedito. Un altro ospite sarà Antonella Ruggiero, accompagnata dalla sua Big Band con la quale interpreterà dei brani evergreen”.
“La serata finale”, conclude il portavoce, ”sarà però interamente dedicata ai finalisti, riservando a loro e alle canzoni il massimo rispetto e la massima attenzione. Anche i giurati avranno un compito ben definito: non dovranno prendere con superficialità il loro ruolo perché dovranno compilare delle schede di valutazione su ogni partecipante in gara, ed esprimere un proprio giudizio”.
La giuria che osserverà i finalisti sarà composta da grandi nomi del panorama musicale italiano come Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Samuele Bersani, Carmen Consoli, Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Max Gazzè, Dacia Maraini, Gianna Nannini, Pacifico, Gino Paoli, Elio Pecora, Fernanda Pivano, Vasco Rossi, Michele Serra, Daniele Silvestri, Sandro Veronesi, Antonello Venditti e Federico Zampaglione.
Il Festival della Canzone Popolare e d’Autore avrà inoltre una giuria “speciale”, formata dagli studenti di due atenei tra cui quelli dell’Università di Macerata: i ragazzi avranno infatti la possibilità di votare i testi delle canzoni in gara.
Al vincitore di Musicultura, proclamato nel corso delle serate finali in base all’esito delle votazioni, andrà una borsa di studio di euro 20.000,00.
Dall'archivio di Rockol - I migliori album tributo del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.