Venditti e De Gregori: intervista doppia, tra Dalla e il riavvicinamento

I due cantautori si raccontano: così sono tornati a unire le loro voci, a distanza di quasi cinquant'anni dal loro album insieme.

Venditti e De Gregori: intervista doppia, tra Dalla e il riavvicinamento

Dopo aver annunciato il concerto-evento che il 5 settembre 2020 li vedrà condividere lo stesso palco, quello dello Stadio Olimpico di Roma, per celebrare la loro storia e la loro amicizia nata tra le pareti del Folkstudio di via Garibaldi a Roma (il locale dove entrambi mossero i primi passi, prima di incidere insieme l'album "Theorius Campus", che nel 1972 segnò il loro esordio discografico), Antonello Venditti e Francesco De Gregori si raccontano in un'intervista doppia a TV Sorrisi e Canzoni, offrendo anche alcune anticipazioni sul concerto del prossimo anno.

Il riavvicinamento musicale tra la voce di "Roma capoccia" e Il Principe, che dopo l'uscita del disco del '72 si erano allontanati - dedicandosi canzoni e lanciandosi frecciatine - per poi ritrovarsi diversi anni dopo, è avvenuto lo scorso anno sul palco dell'Arena di Verona, quando De Gregori è apparso a sorpresa accanto a Venditti per duettare sulle note di alcuni classici tra cui la stessa "Roma capoccia". Oggi, a distanza di più di un anno da quel duetto, che successivamente i due hanno riproposto anche al Palazzo dello Sport di Roma (sempre durante un concerto di Venditti) e al Teatro Garbatella (durante una data della residency di De Gregori, all'inizio del 2019), De Gregori spiega:

"C'è stato un riavvicinamento musicale e 'intellettuale', anche se in realtà noi ci siamo sempre sentiti e visti a pranzo o a cena. Non avevamo mai pensato di suonare insieme, però. Io avevo anche la sensazione che le nostre voci non fossero compatibili e invece miracolosamente è successo, non so dire neppure quando".

Venditti, parlando del loro sodalizio, tira in ballo Dalla (nel 2008, chiacchierando con una cronista, che registrò e riportò le sue dichiarazioni, il cantautore attaccò duramente l'amico per aver scelto di collaborare con Dalla al tour congiunto "Banana Republic", poi celebrato tra il 2010 e il 2011 con "Work in progress"):

"La verità è che noi siamo nati per cantare insieme. Prendiamo Dalla e De Gregori: erano due personalità distinte. Noi no. Noi siamo una cosa sola, siamo Theorius Campus, il 'personaggio' che dava il nome al nostro primo album".

Quanto alle canzoni che andranno a comporre la scaletta del concerto allo Stadio Olimpico, invece, i due fanno sapere:

"Faremo delle cose singolarmente con le nostre band e moltissime fondendo le due band. [...] All'Olimpico non faremo meno di tre ore. [...] Abbiamo scritto una quarantina di buone canzoni che in qualche modo hanno pesato sulla vita dei nostri ascoltatori".

Nell'intervista non c'è nessun accenno a un eventuale nuovo album congiunto. L'ultimo disco di inediti di Antonello Venditti è "Tortuga", uscito quasi cinque anni fa, nel 2015. L'ultimo disco di inediti di Francesco De Gregori, "Sulla strada", risale invece a sette anni fa, mentre nel 2015 è uscito "De Gregori canta Bob Dylan - Amore e furto", progetto discografico che ha visto il cantautore tradurre e incidere alcune canzoni di Bob Dylan.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
17 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.