Motley Crue, c'è aria di reunion?

Dopo il tour d'addio avevano promesso che mai e poi mai sarebbero tornati sui loro passi. Ma sul loro account Twitter ufficiale...

Motley Crue, c'è aria di reunion?

Vince Neil e i suoi avevano giurato e spergiurato che il loro non sarebbe stato uno scioglimento come tutti gli altri, con qualche anno nelle retrovie in attesa di tornare alla ribalta con una clamorosa - e ricca - reunion. Allo scopo i Motley Crue avevano addirittura messo nero su bianco, davanti a un notaio, la loro intenzione a non tornare più attivi come gruppo, siglando ufficialmente un contratto che gli avrebbe impedito di tornare a esibirsi pubblicamente dopo il termine del loro "Final Tour".

Poi, però, è arrivato il biopic "The Dirt", che pur non bissando il successo planetario di "Bohemian Rhapsody" ha fatto conoscere al catalogo della veterana band californiana un vero e proprio boom di vendite. Il mese scorso, poi, il sito Radar Online sganciò la bomba: Live Nation, il colosso del live promoting americano, avrebbe offerto alla formazione di "Girls Girls Girls" un contratto da 150 milioni di dollari per un reunion tour, a patto - però - che il frontman perdesse un una ventina di chili e desse un taglio alle dipendenze.

Il diretto interessato smentì sdegnosamente, sostenendo di non essere più entrato in contatto con i suoi (ex?) compagni di gruppo dalla prima di "The Dirt", invitando i fan a non credere a questi "cosidetti siti di gossip". L'argomento reunion per i Motley Crue pareva essere concluso, almeno fino alla scorsa notte, quando l'account Twitter ufficiale del gruppo ha postato questa petizione online:

"Questo è interessante", è la didascalia che accompagna un link che porta a una pagina di Change.org dove si chiede ai Motley Crue di riprendere le attività. L'iniziativa, alle 15 di sabato 16 novembre, non aveva supertato le 10mila sottoscrizioni: decisamente poche, per considerare il segnale rilevante agli occhi dei quattro elementi del gruppo. Ma il fatto che sia stato rilanciato direttamente dallo staff della band - e che, almeno al momento - il battagliero Neil non abbia ancora smentito, ha fatto sospettare diversi osservatori internazionali che qualcosa, nella macchina Motley Crue, possa essersi rimesso in moto. Perché stavolta, a ventilare l'ipotesi, non è stato un "cosidetto sito di gossip"...

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.