NEWS   |   Pop/Rock / 29/04/2019

Woodstock 50 è stato cancellato

Il festival che avrebbe celebrato i 50 anni e che si sarebbe dovuto svolgere dal 16 al 18 agosto è stato annullato.

Woodstock 50 è stato cancellato

La voce girava ormai da una decina di giorni, ma ora, uscita dall'alveo dei 'si dice', è diventata una notizia: Woodstock 50 non si farà. Il festival organizzato per celebrare i 50 anni della più nota manifestazione musicale di sempre, che si sarebbe dovuto svolgere a Watkins Glen, stato di New York, dal 16 al 18 agosto è stato ufficialmente cancellato.

A confermarlo, con un comunicato, è Dentsu Aegis Network, finanziatore del festival:

"Nonostante il nostro enorme investimento di tempo, impegno e dedizione, non crediamo che la produzione del festival possa essere realizzata come un evento degno del marchio Woodstock pur garantendo la salute e la sicurezza di artisti, partner e pubblico. Di conseguenza, dopo un'attenta valutazione, Dentsu Aegis Network, partner di Woodstock 50, ha deciso di cancellare il festival. Per quanto sia difficile, crediamo che questa sia la decisione più prudente per tutte le parti coinvolte".

La scorsa settimana, un rappresentante del festival ha contattato i funzionari di Live Nation e AEG per chiedere un investimento di 20 milioni di dollari per salvare l'evento, ma entrambe le società hanno declinato l'offerta.

Oltre alle questioni relative al finanziamento e ai permessi, gli organizzatori erano sempre più preoccupati che l'autodromo di Watkins Glen non fosse in grado di ospitare un festival da 100.000 persone.

Oltre 30 milioni di dollari sono già stati spesi per la line up del festival, una fonte a conoscenza della proposta ha detto a Billboard che la maggior parte degli artisti è già stata pagata da Amplify Live, la divisione di investimento di Dentsu Aegis Network, un'azienda multinazionale di media e marketing digitale con sede a Londra e interamente controllata dalla società giapponese Dentsu.

Il cartellone annunciato comprendeva la partecipazione di Jay-Z, Miley Cyrus, Chance the Rapper, Imagine Dragons, Robert Plant, Santana, David Crosby, John Fogerty e Grateful Dead.