NEWS   |   Italia / 11/01/2019

Giulio Casale - la recensione di "Inexorable"

Giulio Casale - la recensione di "Inexorable"

“Inexorable” è il disco dove Giulio Casale cerca di dare un senso al tempo in cui viviamo. La musica ha spesso toni scuri e distorti, a volte persino apocalittici, è densa ed elettrica, piena di particolari cangianti e slanci. E i testi contengono i pensieri di un sopravvissuto “in bilico tra rabbia, forza, tenerezza”.

Pensavo: forse il vento forte e inarrestabile che soffia nelle nuove canzoni di Giulio Casale è il tempo, quel tempo che sembra averlo messo fuori gioco, quasi emarginato, il tempo che l’ha invecchiato e fatto sentire solo, il tempo che sembra protagonista occulto di questi pezzi. O forse, al contrario, è il desiderio ostinato di fare qualcosa di giusto e sensato in quest’epoca insensata e confusa. L’immagine del vento viene da una poesia di Michel Houellebecq tratta da “Configurazioni dell’ultima riva” che una voce femminile recita all’inizio di una delle canzoni e perciò il titolo dell’album, “Inexorable”, va pronunciato alla francese...

Leggi la recensione completa di "INEXORABLE" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti
Testi