Woodstock 2019, confermata l'edizione per il cinquantennale (ma senza il promoter originale)

Woodstock 2019, confermata l'edizione per il cinquantennale (ma senza il promoter originale)

Come già riferito da Rockol lo scorso 24 dicembre, è stata confermata l'edizione celebrativa per il cinquantennale di Woodstock, la storica maratona musicale dal vivo che tra il 15 e il 18 agosto del 1969 di fatto inventò il concetto di megaraduno rock. Dopo il rincorrersi, nei mesi scorsi, di voci relative la replica dell'evento, il Bethel Woods Center For The Arts - organizzazione no profit che gestisce il sito originale che cinquant'anni fa ospitò l'evento - ha dato conferma della manifestazione, che avrà luogo a Bethel, appunto, tra i prossimi 16 e 18 agosto.

Come già emerso dalle indiscrezioni delle ultime settimane, il Bethel Woods Music And Culture Festival - questo il nome dato alla replica celebrativa del festival di Woodstock - sarà organizzato dallo stesso Bethel Woods Center For The Arts in collaborazione con il gigante del live promoting Live Nation e la società multinazionale di comunicazione INVNT. Non sarà della partita Michael Lang, uno dei promoter della Woodstock originale, che - dopo aver cercato di assicurarsi la location storica è stato costretto a ripiegare su una nuova venue della quale, per il momento, non sono stati resi noti i dettagli.

"Cinquant'anni fa la gente si radunò pacificamente in questo posto per cambiare il mondo attraverso la musica", recita la nota del Bethel Woods Center For The Arts: "Come custodi di questo sito storico, restiamo impegnati nel preservare questo importante retaggio e il suo spirito, educando e ispirando le nuove generazioni nel contribuire positivamente al mondo in cui viviamo attraverso la musica e la cultura".

I dettagli relativi al cast non sono ancora stati resi noti: è probabile che il coinvolgimento della società guidata da Michael Rapino possa essere funzionale al coinvolgimento di nomi di primissimo piano del panorama rock, pop, rap e dance mondiale, che al momento - tuttavia - devono ancora essere ufficializzati. Alla fine dello scorso ottobre il blog Festive Owl citò un leak secondo il quale nel cartellone potrebbero figurare sia star contemporanee come Pearl Jam e Foo Fighters sia artisti che presero parte all'edizione originale come Santana e  Who: l'indiscrezione, tuttavia, potrebbe essere stata generata - date anche palesi contraddizioni interne alla stessa - a una simulazione (piuttosta datata) di un eventuale piano promozionale.

Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.