George Thorogood compie 70 anni: sei curiosità su 'Bad to the Bone' (1 / 7)

George Thorogood compie 70 anni: sei curiosità su 'Bad to the Bone'

Ci sono canzoni che - dal punto di vista compositivo - non brillano particolarmente, eppure diventano estremamente popolari. "Bad to the Bone" non ha sonorità rivoluzionarie - le chitarre sono asciutte, sature di distorsione, con un sound tipico del rock FM anni Ottanta meno ricercato, con tanto di assolo di sax riverberatissimo come si usava nel mainstream rock in epoca pre-grunge - né una scrittura particolarmente rivoluzionaria (un riff di maniera incastonato su un beat rock blues sentito e strasentito, accompagnato da un testo pieno di swag - come si dice oggi - e niente più), eppure, da ormai trent'anni a questa parte, nell'immaginario cinematografico e televisivo occidentale è diventata la colonna sonora dei cattivi per eccellenza.

George Thorogood, che oggi compie 70 anni, nel corso della sua carriera coi Destroyers ha saputo togliersi soddisfazioni più grandi - "Get a Haircut" finì al secondo posto della single chart americana, nel '93, "Born to Be Bad" (tanto per restare in tema) al terzo, nell''88, "You Talk Too Much" al quarto, sempre nell''88 - eppure quando si pensa al cantante e chitarrista di Wilmington, Delaware, inevitabilmente si pensa a quel riffaccio in Mi maggiore che - nonostante un picco nelle chart al ventisettesimo posto, nel 1982 - è diventato uno dei più sfacciati e seducenti inni alla cattiveria (non solo quella da fumetto di "Christine - La macchina infernale" e "Terminator": date un'occhiata, se non l'avete già fatto, al bellissimo e lungimirante film di Oliver Stone "Talk Radio", con Eric Bogosian e Alec Baldwin, del 1988) mai scritti.

Per festeggiare il compleanno del suo autore, ecco - nelle pagine che seguono - sei curiosità che potreste non conoscere su "Bad to the Bone". Buona lettura!

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.