Coez, dal ghetto del rap al casino dei palasport: la videostoria

Coez, dal ghetto del rap al casino dei palasport: la videostoria

Sì, certo, i quasi 70 milioni di visualizzazioni del video di "La musica non c'è", il successo dell'ultimo album "Faccio un casino", la grande quantità di dischi d'oro e di platino conquistati nel corso dell'ultimo anno e mezzo, il tour sold out nei club e i due concerti-evento al PalaLottomatica di Roma. Ma in pochi sanno che il percorso di Coez è cominciato quasi vent'anni fa, quando Silvano Albanese ha smesso di disegnare graffiti sui muri e sui treni della metropolitana di Roma e ha iniziato a scrivere le sue prime rime.

Era l'inizio degli anni 2000: l'incontro con Franz e Nicco (oggi noto con il suo vero nome, Niccolò Celaia: è uno dei videomaker più gettonati nel pop italiano) portò alla nascita del suo primo gruppo, i Circolo Vizioso, e all'album "Terapia", puro rap, crudo e spigoloso, pieno di voglia di rivalsa. Poi arrivò Lucci e il gruppo si trasformò in una vera e propria crew, i Brokenspeakers. Il disco con cui Coez esordì come solista nel 2009, "Figlio di nessuno", oggi praticamente introvabile, è uno dei più apprezzati dai seguaci della scena hip hop capitolina (e non solo). Il resto lo trovate nella videostoria che segue:.


 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.