Porfirio Rubirosa, dallo Zelig alla Polonia

Porfirio Rubirosa, dallo Zelig alla Polonia

Dopo il debutto sullo “storico” palcoscenico dello Zelig di Milano, Porfirio Rubirosa, al secolo Giovanni Albanese, avvocato e cantante di San Donà di Piave, porterà in scena le sue celebri performance artistiche in Polonia.
Per l'occasione sarà accompagnato da una band composta da Andrea Manzo, leader dei Fahrenheit 451, Alessandro Arcuri degli Smart Set ed Alessandro "Krugerpritz" Prizzon, già noto al grande pubblico per le numerose apparizioni televisive, e famoso per presentarsi come "il trasformista più lento del mondo". Rubirosa e la band metteranno in scena, il 20 ottobre a Breslavia e il 21 ottobre a Varsavia, uno show unico nel suo genere, in cui le canzoni si intrecciano con situazioni surreali in cui lo spettatore viene coinvolto in prima persona, a volte persino a propria insaputa, con risvolti imprevedibili.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.