NEWS   |   Pop/Rock / 12/10/2018

Guns N’ Roses, Axl Rose commenta l’incontro tra Kanye West e Donald Trump alla Casa Bianca: ‘È una barzelletta’

Guns N’ Roses, Axl Rose commenta l’incontro tra Kanye West e Donald Trump alla Casa Bianca: ‘È una barzelletta’

L’incontro tra la voce di “All Mine”, convocata ieri alla Casa Bianca, e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è infine avvenuto. Accolto nello Studio Ovale dinnanzi a una frotta di giornalisti, il rapper statunitense, che si è presentato all’appuntamento con il cappellino rosso “Make America great again”, simbolo della campagna elettorale del tycoon, ha affrontato questioni come le tasse, la riforma del sistema carcerario, il razzismo e i disturbi mentali. E se Kanye West non ha lesinato parole di lode nei confronti di Trump anche il presidente, dal canto suo, non è stato timido: “Kanye può parlare per me tutte le volte che vuole. È un ragazzo intelligente”, ha dichiarato nel corso dell’incontro, aggiungendo che il rapper “potrebbe benissimo essere” un futuro candidato alla presidenza.

Tra i tanti che, nel mondo della musica, hanno espresso un parere negativo sul tête-à-tête c’è stato anche il frontman dei Guns N’ Roses, che su Twitter ha definito il colloquio avvenuto ieri una barzelletta. “È una barzelletta. Non risolverà niente a Chicago o da qualsiasi altra parte con nessuna di quelle attenzioni in cerca di assurdità”, ha scritto su Twitter Axl Rose, che ha recentemente definito Tim Cook, amministratore delegato di Apple, il Donald Trump dell’industria musicale.

Prima dell’incontro con Ye, il presidente americano ha firmato il cosiddetto Music Modernization Act, un disegno di legge relativo alla protezione del copyright degli artisti, accolto con favore dall’industria discografica a stelle e strisce.

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi