Taylor Swift, svolta politica: a Trump piace "il 25% in meno" - e i neo-nazi si ribellano

Taylor Swift, svolta politica: a Trump piace "il 25% in meno" - e i neo-nazi si ribellano

Non è una svolta politica, ma sicuramente le assomiglia un po'.

Con un post su Instagram domenica notte Taylor Swift ha interrotto un silenzio sulla politica che durava dall'inizio della sua carriera ed ha espresso pubblicamente il suo supporto per Phil Bredesen e Jim Cooper, due democratici del natio Tennessee candidati rispettivamente al senato e alla camera nella corsa di mid-term negli Stati Uniti. La ventottenne artista americana, che in passato aveva dichiarato "non parlo di politica perchè potrei influenzare altre persone e non credo di saperne abbastanza per suggerire alla gente come votare", ha improvvisamente cambiato registro, commentando il suo "endorsement" online così: 

“In passato sono stata riluttante a esprimere pubblicamente le mie opinioni politiche. Oggi mi sento molto diversa in merito. Ho sempre votato e sempre voterò il candidato in grado di proteggere e combattare a favore dei diritti umani che credo che tutti meritiamo in questo paese. Credo nella lotta a favore dei diritti dei LGBTQ e che ogni forma di discriminazione basata su orientamenti sessuali o di genere sia SBAGLIATA. Credo che il razzismo sistemico che tuttora vediamo in questo paese nei confronti delle persone di colore sia spaventoso, nauseante e predominante”.

Non un atttivismo sfrontato e virulento quello di Taylor Swift, ma qualcosa di peggio se osservato dal punto di vista dei supremazisti bianchi che a frotte, spontaneamente, negli anni avevano formato una parte consistente della sua fan base, e che si sono subito sfogati senza mezzi termini nel commentarne il "tradimento". Il supporto dei candidati democratici ha urtato anche la suscettibilità del presidente Donald Trump, che ha vissuto l'uscita pubblica dell'artista come un attacco indiretto alla candidata repubblicana Marsha Blackburn: dopo averla lodata e difesa, The Donald ha dichiarato: "Diciamo che adesso la musica di Taylor Swift mi piace il 25% in meno, ok?".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.