Isaac Hayes, il demiurgo del ‘Memphis Sound’ (1 / 11)

Isaac Hayes, il demiurgo del ‘Memphis Sound’

Se per gli amanti di South Park Isaac Hayes resterà per sempre il cuoco afroamericano della mensa della scuola elementare dell’irriverente serie animata statunitense, per tutti gli altri il musicista nato a Covington è stato invece una delle voci più rappresentative della scena soul degli anni Sessanta e Settanta, qualifica che Hayes si è guadagnato tanto come interprete quanto come autore di molte delle hit dell’etichetta soul per eccellenza, accanto alla Motown, la Stax Records.

Alla casa discografica fondata da Jim Stewart ed Estell Axton, Hayes è rimasto legato fino a metà anni ’70, contribuendo a plasmare il cosiddetto “Memphis Sound” e a indirizzare il percorso musicale dell’etichetta. Come tutti i grandi amori, anche quello di Hayes con la Stax non finì senza turbolenze, con l’artista che nel settembre del 1974 denunciava l’etichetta chiedendo un risarcimento di 5,3 milioni di dollari, mentre la casa discografica si trovava nel mezzo di crescenti problemi finanziari. L’addio alla Stax avrebbe portato poi il soulman a fondare una sua etichetta, la Hot Buttered Soul, non senza, appunto, rancori.

A 11 anni dalla morte di Hayes, avvenuta il 10 agosto 2008, mettiamo momentaneamente da parte quanto accaduto dall’addio alla Stax in poi e torniamo indietro nel tempo agli anni d’oro del sodalizio artistico tra l’artista e l’etichetta, ripercorrendo il lavoro dietro le quinte di Hayes, come autore, per i diversi artisti che, da Rufus e Carla Thomas a Sam & Dave, da William Bell a Booker T and the MGs, hanno segnato la storia della Stax.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.