Il talento visionario di Alan Vega dei Suicide – 10 brani essenziali (1 / 12)

Il talento visionario di Alan Vega dei Suicide – 10 brani essenziali

Il 16 luglio di tre anni fa moriva Alan Vega, cantante e artista statunitense dotato di un talento visionario che, insieme al suo complice Martin Rev, diede vita nel 1970 ai leggendari Suicide, gruppo d’avanguardia che con la sua musica ha influenzato generazioni di grandi artisti.

Alan Vega ha fatto uso pionieristico della strumentazione elettronica minimalista, inclusi sintetizzatori e delle primitive drum machine. Le prime esibizioni dei Suicide erano non erano semplici concerti, ma vere e proprie manifestazioni e spesso finivano in violenza. Furono tra i primi a usare la frase "punk music" in un annuncio pubblicitario per un concerto nel 1970.

Sebbene mai largamente diffusi tra il grande pubblico, i Suicide sono stati riconosciuti come uno delle band più influenti della loro era. Il loro album di debutto “Suicide” del 1977 è stato più volte definito come "Un punto di riferimento della musica elettronica, precursore del post-punk, synth pop e industrial rock". The Jesus and Mary Chain, Bauhaus, Joy Division e New Order, Radiohead, Nine Inch Nails, OMD, Pet Shop Boys, Tears for Fears, MGMT, Depeche Mode, REM, Devo, Ultravox, Massive Attack, The Chemical Brothers, Daft Punk, Aphex Twin, Bono Vox e Bruce Springsteen sono solo alcuni dei tantissimi artisti che hanno citato Alan Vega e i suoi Suicide come fonte d’ispirazione.

In particolare Bruce Springsteen ha sempre detto che la sua "State Trooper", presente nell’album “Nebraska”, è stata influenzata da "Frankie Teardrop" dei Suicide e spesso a chiuso i concerti del suo “Devils & Dust Tour” del  2005 con una versione rivisitata di "Dream Baby Dream", che poi ha incluso in versione in studio nel suo album “High Hopes” del 2014.

"Insieme a Martin Rev nei primi anni settanta ha formato una band di due persone conosciuta come Suicide. Quasi subito, la loro incredibile e inclassificabile musica è andato contro ogni cosa. Le loro esibizioni dal vivo giunte anni luce prima del punk rock sono roba da leggenda. Il loro primo omonimo album è uno dei lavori più impegnativi e degni di nota della musica americana. Alan Vega era la quintessenza dell'artista. Tutta la sua vita è stata dedicata alla sua visione artistica. Una delle prerogative di Alan Vega era la sua aderenza inflessibile alle esigenze della sua arte. Ha fatto solo quello che voleva. E’ vissuto per creare. Dopo decenni il mondo, una volta messosi al passo con lui, ha riconosciuto Alan come il creativo rivoluzionario che è stato fin dall'inizio".

Ricordiamo il genio di Alan Vega riascoltando 10 brani essenziali (più una cover) della sua carriera da solista e con i Suicide. Cliccate su avanti e buon ascolto!

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.