Gli Script denunciano James Arthur per presunte somiglianze tra la sua hit e una loro canzone - ASCOLTA

Gli Script denunciano James Arthur per presunte somiglianze tra la sua hit e una loro canzone - ASCOLTA

Gli Script hanno citato in giudizio James Arthur per violazione di copyright.

I componenti della band irlandese sostengono che una canzone pubblicata dal cantautore già vincitore dell'edizione britannica di "X Factor", "Say you won't let go", sia troppo simile ad una canzone da loro pubblicata nel 2008, "The man who can't be moved", scritta da Danny O'Donoghue, Mark Sheehan, Andrew Frampton e Stephen Kipner.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Gli Script si sono rivolti a Richard Bush, avvocato che ha già seguito la famiglia del compianto Marvin Gaye nella causa intentata contro Robin Thicke e la sua "Blurred lines".

"Say you won't let go" è il singolo che ha rilanciato la carriera di James Arthur, quattro anni dopo la vittoria a "X Factor": la canzone, estratta dall'album "Back from the edge", scritta dallo stesso Arthur insieme a Neil Ormandy e Steve Solomon, ha riportato il cantautore britannico al primo posto della classifica del Regno Unito - traguardo che mancava dal 2012. È stata una hit anche fuori dai confini del Regno Unito, raggiungendo la vetta della classifica australiana, irlandese, neozelandese e svedese e conquistando diversi dischi d'oro e di platino.

Lo scorso anno, in un'intervista concessa al Sun, a proposito delle presunte somiglianze tra i due brani James Arthur ebbe a dire:

"È il 2017 e nella musica ci sono solamente sette note. Tutte le canzoni blues suonano allo stesso modo".

L'avvocato ha avanzato una richiesta di risarcimento danni.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.