Gato Barbieri, molto più che un sax (1 / 12)

Gato Barbieri, molto più che un sax

Il 2 aprile del 2016, all’età di 83 anni, si è spento il sassofonista e compositore argentino Leandro ‘Gato’ Barbieri. Il suo nome è indissolubilmente legato al tema della colonna sonora dell’indimenticabile film “Ultimo tango a Parigi” di Bernardo Bertolucci interpretato da Marlon Brando e Maria Schneider. Ma sarebbe un imperdonabile errore pensare che Barbieri debba la propria fama a una sola, seppur fortunatissima, incisione. La carriera di questo giramondo che amava in particolar modo l'Italia parla di 35 album e numerose collaborazioni. Dedito al jazz, contraddistinto dal Fedora invariabilmente calato sulla testa. Suo è l’assolo in “Sapore di sale” di Gino Paoli, per esempio. Oppure quello in “Modena” di Antonello Venditti. Musicista che ha messo il proprio strumento al servizio della musica che fosse il jazz oppure il pop, il commento sonoro di una pellicola cinematografica oppure il tango delle sue radici. Un grande del sassofono, un grande in assoluto. Riposa in pace.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.