Addio a Chris Tsangarides: collaboratore dei Black Sabbath, produsse Depeche Mode, Judas Priest, Gary Moore, Thin Lizzy, Tom Jones e altri

Addio a Chris Tsangarides: collaboratore dei Black Sabbath, produsse Depeche Mode, Judas Priest, Gary Moore, Thin Lizzy, Tom Jones e altri

Si è spento all'età di 61 anni nella sua residenza inglese nella mattina di ieri, domenica 7 gennaio, in seguito a una crisi cardiaca indotta da un'acuta forma di polmonite, Chris Tsangarides, tecnico del suono e produttore che negli anni collaborò alle session di band di prima grandezza come Depeche Mode, Judas Priest, Gary Moore, Thin Lizzy, Tom Jones e Black Sabbath, per i quali fu tecnico di studio a partire da metà degli anni Settanta, in occasione delle registrazioni di "Sabotage": a darne notizia è stata la figlia Anastasia.

"La sua scomparsa mi rattrista", ha dichiarato Tony Iommi in un post comparso sul suo account Facebook ufficiale: "Era una persona amabile, ci siamo sempre trovati bene con lui, e ci siamo fatti delle grandi risate. Riposa in pace, amico mio". "Il suo contributo alla nostra musica e a quella di altri rimarrà per sempre: condoglianze alla famiglia", hanno fatto sapere - sempre via social - i Judas Priest, mentre i Thin Lizzy, per mezzo di un comunicato ufficiale, l'hanno ricordato rimarcando la propria vicinanza "alla moglie  Jane e alla sua famiglia".

Nato nel Regno Unito il 17 agosto del 1956, Tsangarides studiò tromba alla Royal Academy of Music di Londra prima di intraprendere studi economici all'università: professionalmente il produttore si formò ai Morgan Studios, sempre a Londra, presso i quali venne assunto come apprendista a partire dal 1974. Nel 2006 Tsangarides aprì nel Kent gli Ecology Room Studios, presso i qualì fisso su nastro i lavori di - tra gli altri - Strawbs, Mountain, Steeleye Span, Quireboys, Biomechanical, Spit Like This e Savage Messiah.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.