Comunicato Stampa: Death SS e Yak giovedì a 'Rock Tv Night'

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Rock Planet Productions e Rock TV
presentano

“Rock TV Night”
con Death SS e Yak in concerto

Giovedì 16 dicembre
Apertura ore 21:30
Ingresso libero fino alle 22:30, poi 8 euro con consumazione.

Ancora un po’ di sano metal italiano, dal palco del Rolling Stone… La Rock TV Night di giovedì 16 dicembre ci presenta infatti una band storica (in attività ormai da quasi 30 anni!) ed una giovane ma non certo alle prime armi: Death SS e Yak!
I Death SS sono una delle realtà più longeve del panorama rock metal (e non) italiano. La band continua nella sua evoluzione artistica che non si ferma alla sola musica ma che comprende anche una particolare cura per l’aspetto scenografico del proprio look, dei videoclip e dei live. Del resto si tratta del primo gruppo (forse non solo in Italia) che ha saputo coniugare efficacemente rock ed orrore. La band inizia la sua carriera nel 1977, ruotando costantemente nel corso degli anni intorno alla figura del cantante e compositore Steve Sylvester. La discografia essenziale riunisce “The Story of Death SS – 1977-1984” dell’87, “…In death of Steve Sylvester” (1988), “Black Mass (1989), “Heavy Demons (1991), e ancora: “The Cursed Concert”, “Do What Thou Wilt”, “Panic”, “Let The Sabbath Begin”, “Humanomalies” e l’ultimissimo “The Hornes God of The Witches”, uscito lo scorso luglio.
Yak - Il gruppo si forma a Vigevano nel 1997, quasi per caso, ed in bilico fra metal, nu metal ed hardcore. Dopo alcuni cambi di line-up ed esperienze live nel nord Italia, anche al fianco di band del calibro dei Linea77, li si ritrova primi classificati al concorso Scorribande '98, e finalmente impegnati nella registrazione di materiale discografico. Qualche demo, e poi i ‘lavoro serio’: il 14 maggio 2004 è uscito infatti "U can see the sun", 12 potentissime tracce, suddivise equamente tra cantato inglese e italiano. Dopo la presentazione, proprio dal Rolling Stone, la band ha suonato sui più importanti palchi del nord Italia suonando con band del calibro di Zona, Modena City Ramblers, Nofx, Hard on, Clutch, Linea77, Integrity, e molte altre band.
La colonna sonora del resto della serata sarà: crossover, hip hop ed elettronica sul groundfloor, a cura di Ste Lucchese e di Max Brigante, mentre sul 2nd floor metal, hard rock e glam con dj Taz e Mary-K.

Rolling Stone: Corso XXII Marzo, n° 32 - Milano - Tel. 02 733172

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.