Metallica, i pacchetti speciali per vederli in Italia nel 2018: i prezzi e alcune considerazioni

Metallica, i pacchetti speciali per vederli in Italia nel 2018: i prezzi e alcune considerazioni

In attesa dell'inizio delle prevendite ufficiali per le tre date italiane dei Metallica a febbraio del 2018 (che partiranno il 21 marzo per i membri del Metclub, il 22 per gli iscritti a My Live Nation e il 24 per tutti gli altri), sono già noti i prezzi che dovrà pagare chi sceglierà di acquistare uno dei tre pacchetti "experience" per godersi i live, ossia le formule che prevedono - oltre alla facoltà di entrare e vedere l'esibizione - altri bonus come incontrare la band, un'area dedicata, gadget, bevande, cibo etc.

Si tratta di proposte non esattamente economiche e le opzioni a disposizione sono tre.

La più popolare è il pacchetto "The Unforgiven Experience", che per la modica - insomma - cifra di 179 euro consente di vedere il live (a scelta, in posto a sedere o sottopalco), entrare tramite un ingresso dedicato, un poster della band in edizione limitata, un gadget della band in edizione limitata.

Poi, per portafogli più nutriti, c'è il pacchetto "Whiplash Experience". Costa 369 euro e promette: la visione del concerto (a scelta, in posto a sedere o sottopalco - in caso di questa seconda opzione, si potrà entrare prima per scegliere la sistemazione preferita), ingresso dedicato, possibilità di entrare nella "Sanitarium Rubber Room". In questo ambiente ci sarà un bar in cui la prima consumazione è gratis (il resto si paga, ovviamente), una cena a buffet e la mostra "Memory Remains", un'esposizione itinerante di memorabilia dei Metallica. Poi si ricevono in omaggio un poster limitato e una T-shirt, oltre ad avere possibilità di accedere a uno shop del merchandising dedicato.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/GvYtnb2ffBcvyg_TqFwvOSbqVjY=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.cidentertainment.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2017%2F02%2FMetallica-Display_Hetfield-e1486997682831.jpg

[foto via cidentertainment.com]

Infine la terza opzione, il pacchetto deluxe che si chiama "Hardwired Experience". Costa davvero molto: 2.399 euro e prevede: posto a sedere nelle prime due file, riservatissimo; ingresso dedicato; incontro con la band prima del concerto (ma solo 12 fan potranno farlo, non di più - ma ci saranno davvero, in ogni data, una dozzina di persone disposte a investire una simile cifra?); foto di gruppo coi Metallica; una scaletta autografata dalla band; accesso alla  "Sanitarium Rubber Room" (tutto uguale al pacchetto precedente, ma al bar si avranno due consumazioni gratis); un poster limitato e una T-shirt in omaggio; possibilità di accedere a uno shop del merchandising dedicato.

Questo tipo di pacchetti più o meno all-inclusive sono ormai una consuetudine per diverse band - soprattutto le più grandi e con un certo bacino di fan hardcore, disposti se non a tutto, comunque a spendere cifre non trascurabili per una stretta di mano e un trattamento diversificato rispetto al pubblico generale. E là dove c'è domanda, puntualmente arriva anche l'offerta, come insegnano i fondamenti di economia.

Non mettendo assolutamente in dubbio la liceità e la validità della proposta (per chi apprezza questo tipo di "comodità", ovviamente), resta però un interrogativo - o meglio, un retrogusto peculiare - nel vedere i Metallica entrare in questo tipo di mercato. Non che i Four Horsemen si siano mai dimostrati insensibili alle opportunità di mercato, da buoni businessmen oltre che musicisti scafati, ma forse - e dico forse - questo nuovo corso con i pacchetti organizzati stile villaggio turistico inizia a stonare con l'immagine che i fan (soprattutto quelli magari più navigati e della prima ora, che li seguono da quando giravano in furgone o quasi) hanno di loro.

Chiedere 2.400 euro per una stretta di mano, una foto, un autografo, qualche gadget, due drink e una cena a buffet è legittimo, non si discute, ma decisamente poco metal, per usare una formula banale, ma calzante. Nell'immaginario che i Metallica stessi peraltro continuano ad alimentare, la band è un quartetto di metal kids cresciuti, ancora coi gilet di jeans e le toppe dei gruppi preferiti, insomma gente alla mano che per farsi una foto con te al massimo potrebbe chiederti un sorriso. Non un paio di stipendi.

Ma sono questioni di forma, più che di sostanza, a ben vedere. Del resto per ovviare al retrogusto, basta comprare i biglietti ordinari e lasciare i pacchetti experience a chi li apprezza. Peraltro la band, tramite Live Nation, per le date italiane adotta una strategia anti-bagarinaggio (e anti secondary ticketing, dunque) basata su biglietti nominali e obbligo di esibizione della carta di credito utilizzata per l'acquisto, in caso di ritiro dei biglietti sul luogo del concerto. Una mossa apprezzata, in tempi di forti polemiche sull'argomento. Possiamo perdonarli, dunque, per i pacchetti experience da villaggio turistico... tutelare i fan - o almeno tentare di farlo con una misura forte - è "true metal". Quello sì.

[a.v.]

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.