Sanremo Giovani, alcune cose da sapere sui 12 finalisti (tra ex talent e volti noti)

Sanremo Giovani, alcune cose da sapere sui 12 finalisti (tra ex talent e volti noti)

Aprile & Mangiaracina, Carola Campagna, Chiara Grispo, Francesco Guasti, La Rua, Lele, Leo Stain, Maldestro, Marianne Mirage, The Shalalalas, Tommaso Pini, Valeria: sono questi i nomi dei 12 finalisti di Sanremo Giovani, scelti dalla Commissione Musicale tra i 61 che erano stati ammessi alle audizioni dal vivo dello scorso 25 ottobre a Roma (oltre ai 60 semifinalisti di Sanremo Giovani c'era anche il vincitore dell'ultima edizione del Festival di Castrocaro, Ethan Lara). A valutare i 61 artisti, oltre al direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo Carlo Conti, anche il giornalista e conduttore radiofonico Gianmaurizio Foderaro, la conduttrice e veejay Carolina Di Domenico, il Maestro Pinuccio Pirazzoli e la dj Ema Stokholma. I 12 finalisti, il prossimo 12 dicembre, parteciperanno a "Sarà Sanremo", la prima serata di Rai1 condotta da Carlo Conti in diretta da Villa Ormond (a Sanremo) a partire dalle 21.15: i 12 cantanti si esibiranno con le rispettive canzoni e la Commissione Musicale selezionerà i 6 che parteciperanno al Festival di Sanremo 2017 in gara tra le "Nuove Proposte". Durante la diretta del 12 dicembre saranno annunciati anche i nomi dei 2 provenienti da Area Sanremo tra gli 8 vincitori che verranno scelti la prossima settimana dal listone di 70 finalisti del concorso: i 2 artisti, scelti dalla Commissione RAI, andranno a completare - insieme ai 6 vincitori di Sanremo Giovani - la rosa degli 8 concorrenti in gara tra le "Nuove Proposte" del Festival di Sanremo 2017. E sempre durante la trasmissione Carlo Conti annuncerà i nomi dei 20 artisti in gara nella categoria "Campioni". In attesa di scoprire chi di loro parteciperà effettivamente al Festival, conosciamo più da vicino i 12 finalisti di Sanremo Giovani.
(di Mattia Marzi)

Aprile & Mangiaracina - "Il cielo di Napoli":
Il duo è composto dalla cantante Silvia Aprile (napoletana classe 1987) e da Sade Mangiaracina (originaria di Castelvetrano, in provincia di Trapani, classe 1986). Il nome di Silvia Aprile non è sconosciuto al pubblico: ex concorrente di X Factor (fu tra i concorrenti della primissima edizione del talent, nel 2008, quando ancora militava nei palinsesti Rai), ha partecipato al Festival di Sanremo già nel 2009, in gara nella sezione "Proposte" con "Un desiderio arriverà", canzone scritta da Pino Daniele. Nella serata dei duetti, Silvia Aprile si è esibita accompagnata proprio dal cantautore partenopeo. Poco tempo dopo la partecipazione a Sanremo con "Un desiderio arriverà" (brano che ha dato anche il titolo al suo primo disco), Silvia è entrata a far parte del cast del programma di Fiorello, "Edicola Fiore", del quale fa parte tutt'oggi. Sade Mangiaracina è una pianista che, dopo aver studiato per diversi anni pianoforte classico, si è specializzata in pianoforte jazz: nel corso della sua carriera fino ad oggi ha avuto modo di collaborare con Simona Molinari e Fabrizio Bosso, aprendo anche i concerti italiani di Dionne Warwick. Anche Sade Mangiaracina ha già calcato il palco dell'Ariston: nel 2015 ha accompagnato al pianoforte Amara, cantante in gara nella categoria "Nuove proposte" con "Credo". La canzone di Aprile & Mangiaracina si intitola "Il cielo di Napoli" ed è un pezzo pianistico dedicato alla città che ha dato i natali alla cantante.

Carola Campagna - "Prima che arrivi il giorno":
Carola Campagna ha 19 anni ed è originaria di Triuggio, in provincia di Monza e Brianza. La cantante ha alle sue spalle già un disco (un EP, per essere più precisi, uscito nel 2013 per Rusty Records) e la partecipazione ad un talent show, The Voice. Carola ha partecipato al talent di Rai2 nel 2015, in gara nel team di J-Ax, classificandosi al terzo posto in finale. "Prima che arrivi il giorno", la canzone con cui è in gara a Sanremo Giovani, è un pezzo dalle sonorità vagamente elettroniche che parla di una delusione: "Non so più chi sei, togliti dai miei pensieri offesi / da tutte le risposte vuote che mi dai", canta Carola in una strofa del pezzo.

Chiara Grispo - "Niente è impossibile":
Dopo essere stata scartata da Mika agli home visit di X Factor, nel 2013, Chiara Grispo ha aperto un proprio canale YouTube dove ha cominciato a pubblicare cover di canzoni come "When I was your man" di Bruno Mars e "Price tag" di Jessie J. Nel 2015, a 18 anni, è entrata nella scuola di Amici, partecipando anche al serale della quindicesima edizione del talent in gara nella squadra blu di J-Ax e Nek. Dopo la partecipazione ad Amici, la cantante di Noventa Vicentina (in provincia di Vicenza) ha firmato un contratto discografico con Baraonda, che ha pubblicato il suo primo disco, "Blind". Sempre dopo Amici, l'estate scorsa Chiara Grispo ha aperto i concerti dei Modà allo Stadio San Siro di Milano. "Niente impossibile" è una canzone ritmata che sembra parlare della cantante e della sua generazione: "Arrivo un po' per caso in un modo dorato a cui non ho voluto dire no / la mia generazione ha fame di occasioni che questo tempo non gli dà / muove le sue ali cercando i suoi ideali e la sua libertà", recitano alcuni versi del testo.

Francesco Guasti - "Universo":
Francesco Guasti era riuscito ad accedere alla rosa dei 12 finalisti di Sanremo Giovani già lo scorso anno, ma era stato eliminato proprio durante la prima serata di Rai1. Nato a Prato nel 1982, Guasti ha partecipato a The Voice nel 2013, in gara nella squadra di Piero Pelù: il frontman dei Litfiba ha prodotto anche l'album d'esordio di Francesco Guasti, "Parallele", uscito nel 2015. "Universo" è una canzone introspettiva, pianistica nelle strofe e sporcata di elettronica nel ritornello, il cui testo vede Guasti parlare in prima persona: "Con la musica canto speranze, il futuro è di chi se lo prende/oggi ho messo un paio di scarpe e sono andato incontro al mio presente".

La Rua - "Tutta la vita questa vita":
Anche i La Rua, come Chiara Grispo, sono reduci dalla partecipazione ad Amici 15. La band di Daniele Incicco, originaria di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno, nelle Marche), ha gareggiato nella squadra bianca, capitanata da Emma ed Elisa e dopo la partecipazione al talent ha pubblicato l'album "Sotto effetto di felicità" per Universal. Il brano presentato dal gruppo si intitola "Tutta la vita questa vita", è stato scritto dal frontman Daniele Incicco insieme a Dario Faini e a livello di sonorità presenta le sonorità indie-folk-rock care ai La Rua.

Lele - "Ora mai":
Lele Esposito è un altro reduce di Amici 15, proprio come Chiara Grispo e i La Rua. Lele, che ha 19 anni ed è originario di Pollena Trocchia (in provincia di Napoli) si è classificato al terzo posto nella finale del talent, appena dietro Sergio Sylvestre (il vincitore) ed Elodie Di Patrizi (seconda classificata). Dopo la partecipazione ad Amici, il cantautore ha pubblicato per Sony l'album "Costruire", realizzato con la collaborazione di Andrea Rigonat, già chitarrista di Elisa. La sua canzone si intitola "Ora mai" e mischia tra loro sonorità classiche ed altre più elettroniche.

Leo Stain - "Ciò che resta":
Dietro al nome d'arte di Leo Stain si nasconde il nome del 22enne cantautore barese Leonardo Lamacchia. Poche le notizie che si hanno di lui: nel 2013 ha pubblicato un EP con alcune sue composizioni, tra cui "Tu rimani". La canzone presentata a Sanremo Giovani si intitola "Ciò che resta", presenta una scrittura intimista e malinconica ("C'è solo un posto, se ti va puoi salire / facciamo un giro, non so bene dove / Hai lasciato le tue scarpe colorate nell'ingresso / sono accanto alle mie scuse", recitano i primi versi del brano) e sonorità orchestrali (al pianoforte, che inizialmente accompagna il canto di Leo Stain, si aggiungono poi gli archi).

Maldestro - "Canzone per Federica":
31enne cantautore originario di Napoli, vero nome Antonio Prestieri, nel corso della sua carriera fino ad oggi ha vinto diversi premi musicali (tra questi anche il Premio Ciampi e il Premio De André) ed è stato anche finalista di Musicultura. Il suo primo album si intitola "Non trovo le parole" ed è uscito nel 2015: lo scorso anno, Maldestro si è esibito sul palco del concerto del Primo Maggio di Roma. La sua "Canzone per Federica" (da lui stesso scritta) è una canzone che sembra quasi una dedica di un padre a una figlia: "Sarà il silenzio di un padre a farti amare un bambino/sarà il tuo libero arbitrio a incasinarti l'umore", recitano alcuni versi della canzone. E ancora: "Sarà un tiro di erba a farti stare una merda/quando ti scoppia la testa e vuoi lasciare la festa/ma tu cammina...".

Marianne Mirage - "Le canzoni fanno male":
Vero nome Giovanna Gardelli, Marianne Mirage ha 25 anni e ha fatto il suo debutto ufficiale nel 2014 con il singolo "Come quando fuori piove". All'inizio del 2016, la cantautrice ha pubblicato per Sugar l'album "Quelli come me" e la scorsa estate è stata tra i concorrenti del Coca-Cola Summer Festival, in gara tra i "giovani". La canzone presentata a Sanremo Giovani si intitola "Le canzoni fanno male" ed è stata scritta da Francesco Bianconi dei Baustelle insieme a Giuseppe Rinaldi: si tratta di un brano dalle sonorità vagamente retrò, in pieno stile Bianconi, con un ritornello ritmato e orecchiabile.

The Shalalalas - "Difficile":
Duo romano composto da Sara Cecchetto e da Alex "Boss" Hare. Gli Shalalalas hanno alle spalle la pubblicazione di un EP ("The fucking Shalalalas", uscito nel 2013), un album ("There are 3 las in Shalalalas") e un tour che li ha portati ad esibirsi anche all'estero, facendo tappa pure al Primavera Sound Festival di Barcellona. La loro "A week" è stata scelta come sigla della fiction di Rai1 "L'allieva", con protagonista Alessandra Mastronardi: altre canzoni del duo sono presenti nelle varie puntate della serie. Il brano con cui provano a partecipare al Festival è "Difficile", una canzone che dura appena 2 minuti e 20 secondi, caratterizzata da una melodia orecchiabile, fischiettabile e semplice.

Tommaso Pini - "Cose che danno ansia":
Anche Tommaso Pini, così come Carola Campagna e Francesco Guasti, è un ex concorrente di The Voice: il cantante, fiorentino classe 1989, prese parte al talent show nel 2014, gareggiando nella squadra di Raffaella Carrà e classificandosi al terzo posto in finale. La canzone presentata a Sanremo Giovani si intitola "Cose che danno ansia" ed è un pezzo dall'arrangiamento elettronico, con un loop in sottofondo che accompagna la voce di Tommaso Pini dall'inizio alla fine.

Valeria - "La vita è un'illusione":
Valeria è Valeria Romitelli, sorella di Piero, ex membro del duo dei Pquadro e oggi autore al servizio di - tra gli altri - Marco Mengoni, Zero Assoluto, Dear Jack. Valeria e Piero avevano già provato a partecipare al Festival, tra le "Nuove Proposte", lo scorso anno: furono tra i 12 finalisti di Sanremo Giovani, ma - come Francesco Guasti - vennero scartati durante la diretta di Rai1. Quest'anno, Valeria (che qualche anno fa partecipò anche ad Amici) ci riprova da sola, ma in qualche modo ad accompagnarla c'è di nuovo suo fratello: Piero Romitelli, infatti, è autore della canzone presentata dalla cantante, "La vita è un'illusione", un mix di sonorità pop ed altre più soul, retrò e r&b.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.