Peter Hook (Joy Division e New Order): "Ho subito violenze da parte della mia ex moglie"

Peter Hook (Joy Division e New Order): "Ho subito violenze da parte della mia ex moglie"

L'ex bassista dei New Order e dei Joy Division Peter Hook rivela di avere sopportato per anni abusi di genere fisico da parte della sua ex moglie Caroline Aherne, attrice scomparsa a causa di un cancro lo scorso luglio all’età di 52 anni. Hook e la Aherne sono stati sposati dal 1994 al 1997.

Le dichiarazioni del musicista sono contenute nella autobiografia che uscirà sul mercato il prossimo fine settimana. Il Guardian riporta alcune dichiarazioni di Hook: “La amavo, poteva essere molto divertente. Ci sono stati momenti nel quale mi rendevo conto che avevo il privilegio di avere un rapporto con un grande talento comico. Ma era anche una persona molto travagliata e da nessuna parte si è manifestato questo lato del suo carattere come nel nostro rapporto.”

Descrivendo uno dei primi episodi di violenza che ha dovuto subire Hook dice: “Mi ha aggredito usando le unghie per graffiarmi il collo e strapparmi una collana. E’ stato scioccante. E anche se lei la mattina dopo era veramente dispiaciuta è stato l'inizio di alcuni gravi comportamenti a base di urla, sigarette spente sul mio braccio, assalti con bottiglie, coltelli, sedie e con altri oggetti che trovava in casa.”

Continua Hook: "Sono stato un marito molestato ed è imbarazzante, ti vergogni e non lo dici a nessuno. Avevo bisogno di aiuto.” La coppia si separò dopo che Hook temette che la Aherne stesse per pugnalarlo. Hook è stato criticato da alcuni per avere esternato tutto questo in concomitanza con l’uscita del libro. Ma Mankind Initiative - un ente a difesa degli uomini vittime di abusi domestici - ha elogiato la sua decisione di parlare di questi abusi.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.