Beatles: Paul McCartney, Cilla Black e la storia di un ritrovamento incredibile - ASCOLTA

Beatles: Paul McCartney, Cilla Black e la storia di un ritrovamento incredibile - ASCOLTA

È la fine del 1963. George Martin, mentre produce i Beatles, conosce grazie a Brian Epstein - il manager del quartetto britannico - una giovane cantante di Liverpool. Si chiama Cilla Black e sogna di sfondare nel mondo della musica. Martin ne rimane colpito: le fa ottenere un contratto discografico con la Parlophone Records e le fa incidere una canzone scritta da John Lennon e Paul McCartney, "Love of the loved", cercando di sfruttare il grande successo dei Beatles per portarla all'attenzione del pubblico. Il brano, però, non si rivela un grande successo e nella classifica di vendita britannica non riesce a spingersi oltre la 35esima posizione. "Ci vuole qualcosa di più forte", pensa George Martin.

Un bel giorno, il produttore ascolta quella che per lui ha l'aria di essere una grande canzone: si intitola "Anyone who had a heart", porta lo zampino di Burt Bacharach (autore della musica), la interpreta Dionne Warwick e negli Stati Uniti è già un successo. "Perché non farla incidere anche ad una cantante britannica?", riflette il produttore. E se in un primo momento il nome a cui pensa George Martin è quello di Shirley Bassey, successivamente decide di affidarla alla voce di Cilla Black e convoca una session di registrazione agli Abbey Road Studios. A quella session partecipa, in qualità di occasionale spettatore, anche Paul McCartney, che resta affascinato dalla voce di Cilla. Tanto affascinato da scrivere, insieme al socio John, una canzone pensata proprio per la giovane cantante e ispirata alla sua cover di "Anyone who had a heart". Una volta pronta la canzone, Paul ne registra una demo (prodotta da George Martin sempre ad Abbey Road) che fa poi recapitare a Cilla Black in persona. Il brano si intitola "It's for you" e, nell'interpretazione della cantante, diventa una delle hit dell'annata 1964 nel Regno Unito. L'esistenza della demo di "It's for you" cantata da Paul McCartney era nota, ma si pensava che questa registrazione fosse perduta per sempre. Almeno fino a qualche giorno fa, quando è stata effettuata una clamorosa scoperta...



Facendo ordine tra i ricordi di Cilla Black, scomparsa all'età di 72 anni per un incidente domestico nell'agosto del 2015, la famiglia della cantante ha ritrovato la demo della canzone: era conservata in una busta di carta sulla quale Cilla aveva appuntato il titolo del brano. La famiglia della cantante, pensando che si trattasse di una prima versione della canzone registrata dalla stessa Cilla Black, ha consegnato la demo al Beatles Shop di Liverpool, insieme ad altre 21 demo trovate tra i suoi ricordi. È stato Stephen Bailey del Beatles Shop a scoprire che la voce della demo non era quella di Cilla Black, ma quella di Paul McCartney. L'uomo ha raccontato al Liverpool Echo:

"Appena ho sentito 'It's for you' ho pensato: 'Cavolo, questa non è Cilla Black: è Paul McCartney!'. Tremavo per l'emozione ed ero senza parole. A parte un paio di crepitii, la qualità è buona. Si tratta di una registrazione meravigliosa".

La demo di "It's for you" sarà battuta all'asta il prossimo 27 agosto. Il prezzo di partenza è fissato tra le 15 e le 20mila sterline (quindi intorno ai 18mila euro): sul sito web ufficiale dell'asta è possibile ascoltare i primi 20 secondi della demo cantata da Paul McCartney. La notizia del ritrovamento della demo di "It's for you" arriva, curiosamente, nella stessa settimana dell'annuncio del disco dal vivo dei Beatles "Live at the Hollywood Bowl" con 4 inediti.

Scheda artista Tour&Concerti Testi
BLUES
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.