Stasera comincia The Voice: ecco cosa succede nella prima puntata

Stasera comincia The Voice: ecco cosa succede nella prima puntata

Comincia questa sera, 24 febbraio, la quarta edizione di The Voice: appuntamento alle 21 su Rai2, con 4 giudici nuovi: Max Pezzali, Dolcenera, Emis Killa, e il ritorno di Raffaella Carrà, che aveva saltato la terza edizione dopo essere stato giudice nelle prime due edizioni. I nuovi giudici prendono il posto di J-Ax, Noemi, i Facchinetti Piero Pelù.

Questa sera, e così per tutte le prime 6 puntate, il meccanismo è quello dei provini al buio, le "Blind audition": un cantante canta una canzone per la giuria, che però è seduta di spalle e non può vedere l'aspetto fisico, quindi deve giudicare solo la voce (da qui il titolo del programma).

Ogni giudice può scegliere il cantante, schiacciando il pulsante rosso e facendo girare la propria poltrona. Se un cantante viene scelto da più giudici contemporaneamente, la palla passa al cantante: i giudici devono convincerlo, ma la scelta ultima spetta al concorrente che quindi decide di quale squadra fare parte. 

Ognuna delle 6 puntate vedrà esibirsi 16 candidati. I 4 giudici quest'anno potranno scegliere in totale 21 cantanti a testa per formare la propria squadra, nel corso delle 6 puntate di blind audition.

Dopo le prime sei puntate si passa alle "Battles", ovvero duetto su una canzone (da questa edizione saranno tre i cantanti a cantare assieme, non più due come in passato), con l'opzione "Steal" (un escluso potrà essere recuperato da un altro giudice). Si arriva quindi al knockout (due puntate), duello su due canzoni differenti, per arrivare finalmente alle puntate di in diretta (quattro serate) il 4 maggio.

Questa la blind audition più famosa, quella di Suor Cristina, alla seconda edizione.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.