Processo a Papa Wemba il 25 ottobre, rischia fino a 10 anni di prigione

Rischia fino a dieci anni di detenzione Papa Wemba, il musicista world nato in Congo, cittadino belga e residente in Francia.

Papa Wemba è accusato di vari reati collegati all’immigrazione illegale per aver fatto entrare in Francia centinaia di cittadini congolesi; in pratica il musicista convinceva le autorità che i cittadini erano membri del suo gruppo Viva La Musica, veniva loro rilasciato il visto per la Francia, ma in Congo non facevano più ritorno. Il processo contro Papa Wemba, vero nome Jules Shungu Wembadio Pene Kikumba, si svolgerà il prossimo 25 ottobre a Bobigny, Parigi. Con lui saranno giudicate altre sette persone. Il musicista, 55 anni, nel 2003 ha trascorso in prigione quasi quattro mesi. Pare che Papa Wemba esigesse 3500 dollari a persona per il “passaggio” in Europa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.