James Brown, dopo Jagger e Richards tocca al 'Padrino del Soul' essere doppiato in pugliese - video

James Brown, dopo Jagger e Richards tocca al 'Padrino del Soul' essere doppiato in pugliese - video

Poco prima dello scorso Natale in rete spopolarono due video in cui venivano doppiate in dialetto barese, con effetti veramente esilaranti, due interviste a Mick Jagger e Keith Richards.
L’autore di quelle clip realizzate alla perfezione era il musicista vastese Fabio Celenza, che ora ci riprova con un altro mostro sacro della musica mondiale, niente meno che il padrino del Soul James Brown.
Questa nuova prodezza di Celenza è collegata, in qualche modo, a quella che aveva come protagonista Mick Jagger.

Infatti nell’intervista doppiata al .cantante dei Rolling Stones, Jagger era chiamato in causa come produttore del biopic ”Get on up”, uscito nel 2014 per la regia di Tate Taylor sulla vita di James Brown.




 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.