Ligabue, Campovolo 2015, parlano Claudio Maioli e Ferdinando Salzano (F&P Group): 'Un momento di felicità totale'

Ligabue, Campovolo 2015, parlano Claudio Maioli e Ferdinando Salzano (F&P Group): 'Un momento di felicità totale'

I due registi di Campovolo 2015 - il manager Claudio Maioli e il presidente di F&P Ferdinando Salzano - salutano la sala stampa con qualche numero, prima che la festa del rocker di Correggio cominci: 151mila biglietti emessi in totale, con 146618 tagliandi venduti alle ore 18 e circa 4000 ancora disponibili al botteghino ("per arginare il fenomeno del bagarinaggio", spiega Salzano).

"E' tanta roba", commenta Maioli, che non si vergogna a parlare di soldi: "E' vero, l'incasso lordo è di circa 7 milioni di euro, che per l'Italia rappresenta un record. Ma è altrettanto vero che non abbiamo mai speso così tanto, per un concerto". "Un venticinquennale si festeggia una volta sola", lo incalza Salzano: "Abbiamo voluto che tutto fosse perfetto, per questo ci siamo sentiti di aprire il rubinetto".

Quello lombardo - in particolare quello milanese - si è rivelato, geograficamente parlando, il pubblico più affezionato a Ligabue, seguito a ruota da quello romano ed emiliano. "Ma di vendere più di mille biglietti all'estero non ce lo aspettavamo", dichiara Maioli: "E' una cosa che ci riempie d'orgoglio, e che non fa altro che confermare la solidità e la credibilità del 'brand Campovolo'". Dei progetti relativi all'ex scalo reggiano Maioli e Salzano hanno già parlato, e due ore dall'inizio del "terzo Campovolo" la loro opinione non cambia: "I grandi show ospitati da quest'area hanno dimostrato come ci siano tutte le potenzialità perché Campovolo diventi - con una capacità di affluenza stimata attorno alle 100mila unità - la prima struttura stabile per eventi musicali all'aperto".

"Vorremmo tranquillizzare i discografici: Campovolo 2015 non diventerà il classico CD o DVD di Natale", scherza Maioli: "Sì, lo registreremo, sia in audio che in video, ma più per sfizio che per altro. Poi chissà: magari tra un anno o due ci verrà voglia di farlo vedere al cinema o in televisione, ma per adesso di piani non ce ne sono". L'unico piano, al momento, è quello di voltare pagina: "Questo evento chiude definitivamente il discorso iniziato con 'Mondovisione'. Poi ci togliamo per un po' dai coglioni, promesso", scherza Maioli, "Ci riposeremo, senza dubbio. Poi ovvio, una volta tornati dalle vacanze, la prima cosa da fare sarà quella di pensare a registrare un nuovo disco, ma non prima di aver raccolto tutte le energie e le idee necessarie".

Il discorso torna sulla serata. Maioli osserva come in scaletta ci siano almeno due brani mai eseguiti da Ligabue dal vivo - "Radio radianti", con l'arrangiamento presente sull'album, e  "Non dovete badare al cantante", cantata live solo in duetto con De Gregori - svelando qualche sorpresa circa il finale dello show: "Il set si chiuderà con un pezzo che secondo me riassume bene 25 anni di carriera, 'Con la scusa del rock and roll'. E nel minuto successivo il pubblico sarà attorniato da giochi pirotecnici che avvolgeranno letteralmente la platea". Rimpianti, sullo spettacolo messo in scena? "Peccato che dalla scaletta sia stata lasciata fuori 'Niente paura'. Del resto, però, qualche taglio lo si doveva pur fare: Luciano ha 72 singoli su una produzione complessiva di oltre 130 brani pubblicati. Farci stare tutto sarebbe stato difficile. Il pubblico ormai è abituato a show da due ore, tenere alta la tensione per tre e mezza non è uno scherzo". Ma le tre formazioni che accompagneranno il rocker di Correggio sul palco contribuiranno ad arricchire lo spettacolo: "Sono stati giorni bellissimi: suonare con i musicisti di un tempo per Luciano è anche una scusa per rivedere i vecchi amici: l'atmosfera è incredibile. C'era solo una cosa che poteva rovinarci la serata, il tempo. E oggi a Reggio Emilia splende il sole...".

Dall'archivio di Rockol - suona "Start" dal vivo a Reggio Emilia
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!
19 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.