'Straight outta Compton', i lati oscuri del biopic sui NWA: le accuse dell'ex manager e del figlio di Eazy-E

Non di soli record al botteghino e recensioni lusinghiere sta vivendo "Straight outta Compton", il film che - mutuando il titolo da quello del loro brano più famoso - narra le vicende dei precursori del gangsta rap west coast, i NWA di Eazy-E, Dr. Dre, Ice Cube, MC Ren e Dj Yella: due voci di diretti interessati si sono levate contro la pellicola, accusandola - in entrambi i casi - di raccontare una storia diversa da quella accuduta nella realtà.

Intervistato dal britannico Daily Mail, l'ex manager della formazione Jerry Heller ha definito "falsità" le vicende raccontante nel lungometraggio diretto da Felix Gary Gray, accusandolo di mettere (ingiustificatamente) in cattiva luce sia il suo personaggio che quello di Eazy-E, che secondo la vulgata sposata dal film avrebbero sottratto soldi alla band portando i "Beatles neri" al conflitto e allo scioglimento. La versione di Heller, invece, dipinge Dre e Ice Cube - che nella pellicola sono dipinti come personaggi positivi - come perfidi esecutori del gruppo. Tra gli esempi portati dal manager, c'è quello dell'estromissione dello stesso Dre dalla band: secondo Heller Marion “Suge” Night - all'epoca guardia del corpo del beatmaker - avrebbe minacciato i familiari di Eazy-E per costringerlo a firmare un nulla osta che avrebbe liberato dalla band quello che poco dopo sarebbe diventato il suo socio nella Death Row Records.

Accuse a Marion “Suge” Night sono arrivate anche da Yung Eazy, uno dei figli di Eazy-E: in un post sul proprio account Instagram il giovane ha esposto la sua tesi secondo la quale lo stesso socio di Dre avrebbe volontariamente contagiato con un'iniezione di sangue infetto da HIV il padre per ucciderlo. A sostegno della teoria Yung Eazy porta una vecchia intervista rilasciata da Night a Kimmel, dove il discografico scherza sul fatto di uccidere utilizzando - appunto - iniezioni di sangue infetto. "Senza considerare il titolo dell'album di Ice Cube 'Lethal injection'", scrive Yung Eazy, "La verità è la fuori: a confondere è stato il fatto che facesse molto sesso. Eppure non è mai stato male prima di litigare con Suge". Coincidenza, questa, che può essere collegata a quanto riferito in una recente intervista dai Bone Thugs-N-Harmony, band della quale Eazy-E fu il pigmalione.


"Nessuno dei suoi figli, nessuna delle sue ragazze, più o meno occasionali, ha contratto la malattia", ha osservato Wi$h Bone: "E' razionale pensare, a questo punto, che qualcosa sia successo". La storia di "Straight outta Compton", insomma, pare pronta per essere riscritta...

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.