NEWS   |   Pop/Rock / 10/09/2014

U2, a breve un altro nuovo album, 'Songs of experience'

U2, a breve un altro nuovo album, 'Songs of experience'

Non sono finite con la pubblicazione - gratuita nel formato digitale, fino al prossimo 13 ottobre, in esclusiva per la piattaforma di Apple iTunes - del nuovo album "Songs of innocence" le novità in casa U2: stando ad una lettera postata dal frontman Bono poche ore fa sul sito ufficiale della band irlandese, quella presentata ieri a Cupertino, in California, sarebbe solo la prima parte di un dittico che dovrebbe essere completata a breve da una pubblicazione gemella - non è dato sapere, al momento, se diffusa con le stesse modalità della prima parte dell'operazione - intitolata "Songs of experience".

"500 milioni di persone sono un miliardo di orecchie", riflette Bono pensando alla potenziale platea dell'iniziativa varata col colosso informatico californiano: "Dai rapper di East L.A. agli appassionati di electro-pop di Seul, passando per i fan del banghra di Nuova Delhi e i clubber di Accra: tutti possono essere tentati - in qualsiasi momento - dall''assaggiarci'. E' una cosa impressionante, roba da ventunesimo secolo. E a quelli là fuori che proprio non interessiamo, beh, mettiamola così: avete il sangue e il sudore di quattro tizi irlandesi nella cartella di posta indesiderata".

Poi qualche doverosa precisazione sulla gratuità di "Songs of experience": "E' gratis su iTunes grazie ad Apple", spiega il cantante, "Per festeggiare il decimo anniversario del nostro spot per l'iPod, l'hanno comprato per regalarlo ai loro clienti. E' gratis per voi, ma loro l'hanno pagato. Perché se nessuno pagasse per quello, non potremmo dirci sicuri che la musica gratis sia davvero gratis. Perché di solito l'arte ha un costo, soprattutto per l'artista. Che ha delle grosse implicazioni - non per noi, ma per i musicisti di domani e per la loro musica. Perché tutte le canzoni che devono ancora essere scritte lo saranno dai talenti del futuro, che avranno bisogno di potersi mantenere grazie ad esse".

Quindi, l'annuncio: "Per i prossimi due anni collaboreremo con Apple su cose davvero intessanti, innovazioni che trasformeranno il modo di ascoltare e vedere la musica: vi terremo aggiornati. E se vi è piaciuto 'Songs of innocence', restate con noi per 'Songs of experience': dovrebbe essere pronto abbastanza presto. Anche se so di aver detto così anche l'ultima volta... ("No line on the horizon", il penultimo album del gruppo, uscì nel 2009, ndr)". E' curioso notare come il titolo "doppio" scelto dagli U2 non sia esattamente originale, anche in ambito discografico: già nel 1973 la prog-band italiana degli Isis, nata da una scissione interna ai New Trolls, pubblicò un album intitolato "Canti d'innocenza canti d'esperienza", pubblicato da Fonit Cetra: ispirazione comune sia agli Ibis che agli U2 sono i “Canti dell’Innocenza e dell’esperienza” pubblicati nel 1794 dal poeta londinese William Blake.

Nel frattempo, sono arrivate le prime reazioni "industriali" all'evento tenutosi ieri nel quartier generale di Apple, lo stesso utilizzato dal fondatore Steve Jobs per presentare il primo modello di Mac: al Nasdaq, l'indice tecnologico della borsa americana, il titolo della mela ha chiuso "piatto", dopo aver guadagnato - nelle ore immediatamente precedendi alla presentazione - quattro punti percentuali. Sul versante meramente discografico, gli organizzatori dei Grammy Awards hanno fatto sapere di non considerare candidabile "Songs of innocence" per i premi del 2015, essendo il 30 settembre il termine di pubblicazione fissato per parteciparvi: l'album, in ogni caso, potrà concorrere all'edizione 2016 della manifestazione. Dal canto suo, la Nielsen SoundScan, società che monitora le vendite sul mercato americano, ha fatto sapere che - pur essendo state "pagate" da Apple - non considererà i download in esclusiva su iTunes nel conteggio delle vendite, i cui rilevamenti verranno fatti scattare dopo la pubblicazione ufficiale.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
PROG ITALIANO
Scopri qui tutti i vinili!