Musica dal vivo a Roma, il 'Circolo degli Artisti': per la Procura è fuorilegge

Musica dal vivo a Roma, il 'Circolo degli Artisti': per la Procura è fuorilegge

Tutto è partito lo scorso aprile, quando un'intero fascicolo amministrativo del "Circolo degli Artisti", un live club attivo a Roma dal 1989 (anno in cui Romano Cruciani e Gianluca Celidonio lo fondarono in via Lamarmora 28, alle spalle della storica Piazza Vittorio Emanuele II, nel quartiere Esquilino - nel 1998 il locale, a causa della nuova ricollocazione del mercato di Piazza Vittorio, fu costretto a trasferirsi in via Casilina Vecchia 42), fu sequestrato, per alcuni accertamenti, dai vigili urbani del I gruppo; allora, nessuno disse niente, nessuno parlò. Le indagini, tuttavia, sono andate avanti anche durante l'estate e hanno portato alle seguenti conclusioni: il "Circolo degli Artisti" sembrerebbe essere fuorilegge.

A riportare il tutto è il Corriere della Sera, che in un articolo ha spiegato che dietro al successo del locale "sembra nascondersi un'anomalia, adesso finita al centro di un'inchiesta della Procura. Il bar, il ristorante e la discoteca sono 'fuorilegge', almeno secondo quello che risulta al Catasto. Al loro posto dovrebbero starci dal gennaio del 1992 un magazzino, una tettoia e un’abitazione popolare, com’è scritto con chiarezza nelle visure storiche degli immobili che compongono il Circolo". "La destinazione d'uso degli edifici di proprietà del Comune, infatti, non è mai cambiata in questi 26 anni", si legge ancora nell'articolo, "e allora com'è possibile questa incongruenza tra la documentazione catastale e la realtà? Il pubblico ministero Alberto Galanti, al momento, ipotizza la commissione di due reati: l'abuso edilizio e gli omessi controlli. Tuttavia il sospetto è che siano corse tangenti tra controllati e controllori". Tale sospetto, riporta ancora il Corriere, sarebbe insorto lo scorso luglio dopo le dichiarazioni di un ex dipendente del "Circolo degli Artisti": "Ascoltato a sommarie informazioni lo scorso luglio, ha rivelato una serie d'intrecci ambigui tra pubblici ufficiali e gestori. Nel corso delle deposizioni, l'ex impiegato ha anche tirato in ballo 'un consigliere del VI Municipio della passata legislatura che ha avuto in gestione la pizzeria fino a un anno fa': nel dettaglio, ha raccontato che in questi anni gli organizzatori sono sempre stati messi a conoscenza con largo anticipo dei controlli della Siae, dell'Inps e della Municipale. Ad avvisarli sarebbero stati il politico ma anche alcuni vigili, che organizzano presso il Circolo feste ogni due mesi".

La notizia della presunta irregolarità del noto locale romano ha destato non poco clamore e sconcerto nei clienti e nei frequentatori del "Circolo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.