Concerti, Morrissey: sei date in Italia a ottobre

Concerti, Morrissey: sei date in Italia a ottobre

Va ben oltre le aspettative dei fan italiani la porzione tricolore del tour europeo che Morrissey ha annunciato nelle primissime ore della mattina di oggi: l'ex Smiths, che in una nota consegnata al suo fan site semi-ufficiale True to You aveva lasciato intendere, solo un paio di settimane fa, di essere prossimo alla chiusura di un accordo per una data a Roma, ha ufficializzato oggi - sempre per mezzo della stessa pagina - ben sei appuntamenti nella Penisola.

Tutti i concerti avranno luogo nel corso del prossimo mese di ottobre: si inizierà nella Capitale, all'Atlantico Live, il 13, per poi dirigere alla volta di Milano (al Teatro Linear, il 16), Bologna (al Paladozza, il 17), Pescara (al Palazzetto dello Sport "Giovanni Paolo II", il 19), Firenze (alla Obihall, il 21) per chiudere al Gran Teatro Geox di Padova il 22. I biglietti saranno disponibili da domani, 27 agosto, sul circuito TicketOne e presso tutte le altre piattaforme autorizzate al prezzo di 40 euro più diritti di prevendita ed eventuali commissioni addizionali.

La tournée europea di Morrissey partirà il 6 ottobre da Lisbona, per poi spostarsi subito nel nostro Paese: dopo le date in Italia, il cantante sarà di scena in Austria, Germania, Svezia, Danimarca e Polonia, prima di chiudere i suoi impegni dal vivo nel Vecchio Continente con una data alla O2 Arena di Londra il prossimo 29 novembre.

A margine dell'annuncio dei nuovi concerti, l'artista ha ribadito l'urgenza di trovare un'etichetta diposta ad occuparsi della pubblicazione del suo lavoro più recente, "World peace is none of your business": il disco fu pubblicato in prima istanza dalla Harvest, etichetta con la quale Morrissey, da una decina di giorni a questa parte, sostiene di aver tagliato i ponti dopo essere stato scaricato dai vertici della stessa label. Pur in assenza di una comunicazione ufficiale da parte della casa discografica - pare che la collaborazione, più che su un contratto, fosse basata su un gentlemen's agreement - il titolo, dalla scorsa settimana, non figura più tra quelli disponibili nel catalogo della casa discografica.

All'origine del dissidio tra Morrissey e il suo (ex) partner discografico ci sarebbe da convinzione, da parte del cantante, di aver ricevuto scarso supporto al suo nuovo lavoro in fase di promozione: secondo quanto rivelato nelle ultime ore da Billboard la Harvest, etichetta parte del gruppo Universal, avrebbe tolto con riluttanza dal proprio catalogo "World peace is none of your business" dopo le insistenze dell'artista, al quale fu offerta un'opzione per la pubblicazione di un eventuale nuovo album. Opzione che, molto verosimilmente, non verrà attivata. Sul mercato statunitense, secondo i rilevamenti di Nielsen Soundscan, l'album ha venduto 25mila copie (15mila sotto forma di CD, tremila in vinile e ottomila in digitale): stando alle osservazioni degli analisti americani basate sui dati di vendita, la Harvest potrebbe aver distribuito 50mila copie fisiche del disco, metà delle quali sparse per gli scaffali e i magazzini di tutto il nordamerica. Anche se l'etichetta dovesse diffondere un'esplicita richiesta alle rivendite, varando una sorta di campagna di richiamo delle unità, difficilmente tutti i negoziandi risponderebbero all'appello, facendo de facto sparire dal mercato le copie del disco marchiate col logo della label.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.