@Live, la guida ai concerti del weekend: The Field, Bombino, Mi Ami 2014...

Pare che dopo tutto sia arrivata l’estate. Le temperature sono salite, finalmente verrebbe da dire, il morale è altrettanto alto e l’idea è che da qui a settembre si può puntare a passare la maggior parte del tempo all’aperto. Questo fine settimana, ad esempio, abbiamo un paio di ottimi motivi per starcene beati con il naso all’insù a guardare il cielo. Magari in compagnia di tanta buona musica.



Si potrebbe fare un salto a Padova, al Summer Student Festival, per godere delle meravigliose trame sintetiche tessute da The Field; o magari, restando non troppo lontani, perdersi nei riff desertici che la chitarra di Bombino, il tuareg più famoso in circolazione, farà risuonare al Centro Culturale Candiani di Mestre. Queste sono due possibilità davvero niente male, ma c’è dell’altro.



Ed è un “qualcosa d’altro” bello consistente, perché questo che si apre oggi è il fine settimana del Mi Ami, il festival organizzato dai ragazzi Rockit giunto quest’anno al notevole traguardo della decima edizione. Al grido di #valetutto, il Circolo Magnolia di Segrate, sede oramai storica del Mi Ami, ospiterà nei prossimi tre giorni il meglio della musica italiana alternativa, più e meno indipendente. Pop, rock, elettronica, folk, cantautori, musica sperimentale, reading, bancarelle, cibo e bevande e tanta bella gente… al Mi Ami pare davvero non mancare nulla. La domanda però è: nello specifico, chi vedremo sul palco? Risposta: praticamente tutti. Qualche nome? Massì… Tre Allegri Ragazzi Morti, Brunori S.A.S., Paletti, Non Voglio Che Clara, Diaframma, Aucan, Appaloosa, Il Pan del Diavolo, Zen Circus, Lo Stato Sociale, Il Triangolo, DID, Foxhound, C+C=Maxigross, Le Luci Della Centrale Elettrica, Marta Sui Tubi, Pierpaolo Capovilla, Fast Animals and Slow Kids, Green Like July, There Will Be Blood e tantissimi altri. Cosa si vuole di più? Ecco, tenete conto del fatto che buona parte delle band in cartello al Mi Ami sono comunque in tour anche nei prossimi giorni e siamo tutti contenti; v’invitiamo in questo senso a dare un’occhiata alla nostra pagina concerti per non farvi mancare davvero nulla.

Già che ci siamo, prima di salutarci segnaliamo al volo altre due date molto interessanti, relative però alla settimana prossima. Lunedì, per l’esattezza, allo Spazio Aereo di Venezia sono in arrivo i Matmos (davvero imperdibili), mentre a Roma, sponda Ippodromo/Rock in Roma, sbarcherà l’eterno Billy Idol.

Per oggi chiudiamo qui, facendo come sempre gli auguri di buon compleanno al festeggiato del giorno. I nostri auguri vanno a Jeremy Gara, batterista degli Arcade-Fire, nato il sei giugno del 1978. Per quanto riguarda noi, invece, il prossimo appuntamento è fissato dunque per venerdì con una nuova selezione speciale firmata @Live. Se però nel frattempo non riusciste a sopportare l’attesa, su Rockol potete trovare news, photo gallery, ancora concert e recensioni: il tutto a portata di click.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.