Newark, addio a Amiri Baraka

E' morto ieri al Beth Israel Medical Centre di Newark all'età di 79 anni Amiri Baraka, scrittore, poeta, saggista e intellettuale statunitese - all'anagrafe Everett LeRoi Jones - nonché figura centrale della controcultura americana tra gli anni Sessanta e Settanta: accanto alle attività di militante, drammaturgo - fu lui a fondare la Black Arts Repertory Theatre/School - e poeta - ruolo, questo, che lo espose a controverse (e a accuse di antisemitismo) a causa della sua opposizione alla costituzione dello Stato di Israele - Baraka nel 1963 firmò il volume "Blues people: negro music in white America", considerata ancora oggi un'opera fondamentale nello studio della storia musicale afro-americana. "Up against the wall motherfucker", verso tratto dalla sua composizione "Black people!", fu adottato dagli studenti statunitensi durante gli anni caldi della contestazione, e fu ripreso anche dai Jefferson Airplane, che lo inserirono in “We can be together” (da “Volunteers” del 1969).

Caricamento video in corso Link


In anni più recenti Baraka venne riportato all'onore delle cronache per aver sposato la teoria complottista riguardo all'11 Settembre: nello specifico, in una pubblica lettura di una sua composizione nel 2002 - "Somebody blew up America?", scritta pochi mesi prima - l'artista ventilò il silenzio-assenso dell'amministrazione Bush e di Israele negli attacchi a Washington e New York, suscitando una tale ondata di indignazione che portò il governatore dello stato del New Jersey Jim McGreevey a revocare l'onorificenza di Poeta Laureato concessagli solo poco prima. Nello stesso anno Baraka collaborò con i Roots alla stesura del brano "Something in the way of things (In town)", poi inserito nell'album "Phrenology".

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/U0RNW70uc1T_balR3WfbWECnbZk=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fscontent-a-mxp.xx.fbcdn.net%2Fhphotos-prn2%2Ft1%2Fq71%2Fs720x720%2F1507576_777169302312527_1381530477_n.jpg

 

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.