Londra, i 10 artisti da tenere d'occhio nel 2014

Londra, i 10 artisti da tenere d'occhio nel 2014

Dalla sempre magmatica Londra, fucina di novità, affiora una nuova lista di musicisti (non tutti londinesi) da tenere d'occhio nel 2014. L'elenco viene proposto dall'ottimamente informato "Time Out".

1 - Courtney Barnett
Dopo un doppio EP uscito lo scorso anno, "A sea of split peas", questo potrebbe essere l'anno buono per questa 25enne indie-rock.
Suona il 13 febbraio all'Ace Hotel in zona Shoreditch


2 - Fat White Family
Sestetto che opera da uno squat di Brixton, sound tra Captain Beefheart e Fall, rock con un tocco di assurdo.
Suonano all'Electrowerkz il 25 febbraio


3- Jessy Lanza
Diplomata in jazz, insegnante di musica, propone l'album di debutto "Pull my hair back".
Suona al Field Day il 7 giugno













4- Hawk House
Trio hip-hop tra Fugees e le ultime tendenze













5 - Moko
Una ventunenne di Londra Sud che ha assorbito house, garage, gospel, trip hop. E adesso li sputa fuori.













6 - Teleman
Dalle ceneri dei Pete And The Pirates di Reading sorge questa nuova band che fa un indie eccentrico con chitarre affilate. Tra i loro fan spicca Bernard Butler dei Suede, che avendo un po' di tempo libero ha deciso di produrre il primo album del gruppo.
Suonano il 29 gennaio allo O2 Shepherd’s Bush Empire (supporter di Connan Mockasin)


7 - Mutual Benefit
Pseudo di Jordan Lee, pensoso cantautore alt-folk che l'anno scorso ha pubblicato l'album "Love's crushing diamond".
Suona il 4 marzo al St John Bethnal Green


8 - Sivu
Cantautore del Cambridgeshire, al secolo James Page, trasferitosi a Londra. L'eccentrico musicista ha attirato l'attenzione di Charlie Andrew, produttore degli Alt-J, che ora sta lavorando sul suo album d'esordio.














9 - Flyte
Energetico e allegro quartetto di Londra Est che ha pubblicato "Live EP" e si propone di far ballare tutti.
Suonano al British Summer Time a Hyde Park il 12 luglio


10 - Denai Moore
Nata in Giamaica e cresciuta a Stratford, Denai sa essere positiva ma tende alla malinconia e naviga tra Lauryn Hill e Bon Iver in attesa di pubblicare il primo album.
Suona alla chiesa di St Giles-in-the-Fields il 26 marzo
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.