Lostprophets: condannato a 29 anni il cantante Ian Watkins

Lostprophets: condannato a 29 anni il cantante Ian Watkins

La sentenza pesante era nell'aria, e alla fine è arrivata. Pesante come un macigno. Ian Watkins, l'ex cantante dei Lostprophets, ha ora 36 anni: uscirà, se sarà molto fortunato, quando ne avrà almeno cinquantacinque. Il vocalist dei gallesi è stato infatti oggi condannato a 29 anni e non potrà chiedere la scarcerazione prima d'aver scontato i due terzi della pena. Nel dicembre 2012 il cantante era apparso in tribunale con l'infamante accusa d'aver, tra gli altri reati a sfondo sessuale contro i minori, progettato di violentare una bambina di 1 anno. Alla fine dello scorso novembre Ian aveva ammesso tredici reati a - appunto - sfondo sessuale. E per i tredici reati è stato condannato. Il giudice John Royce, al tribunale di Cardiff, ha affermato d'aver visto molti orribili reati nel corso degli anni ma questo è risultato il peggiore e più depravato. La polizia sta compiendo ulteriori indagini per scoprire se, nel corso dei vari tour intrapresi nel mondo dalla band gallese, Watkins non abbia avuto altre vittime; si stanno seguendo piste, in particolare, in Germania e negli USA. Due donne ritenute complici del cantante, le cui identità non sono state rivelate per proteggere i loro figli, sono state condannate a 15 e 16 anni.

La band era entrata per due volte nella Top 10 britannica dei singoli mentre l'ultimo (in ogni senso) album di studio, "Weapons" dell'aprile 2012, aveva raggiunto il numero 9 della locale chart. I Lostprophets, formatisi a Pontypridd nel 1997, si sono sciolti nello scorso ottobre in seguito alla terrificante vicenda.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.