Guarda Taylor Swift alla sfilata di lingerie di Victoria's Secret

Guarda Taylor Swift alla sfilata di lingerie di Victoria's Secret

Prima con un vestito molto simile a quello, iconico, indossato da Geri Halliwell ai Brit Awards 1997; poi, tolto l'abito modellato sulla Union Jack, la bandiera del Regno Unito, è apparsa con una mise "normale" per non far passare in secondo piano le modelle. Questa l'apparizione di ieri sera di Taylor Swift alla sfilata di lingerie di Victoria's Secret alla Lexington Avenue Armory - edificio del 1906 con salone da 5000 posti - di New York.

Mentre il vestito-bandiera della ex Ginger Spice fu frutto dell'improvvisazione, e delle sapienti forbici della sorella di Geri, sedici anni dopo quello di Taylor è parso ben più studiato. La cantante, vincitrice di sette premi Grammy, aveva infatti a tema anche il cappellino e le scarpe.











Vestita da bandiera per il tema "British invasion", la cantante, che era arrivata nel locale accompagnata dalla madre Andrea ed indossando jeans verdi attillati, ha incrociato lo sguardo con le modelle Adriana Lima e Barbara Fialho. In tenuta normale, un abito sequin, ha brevemente finto di sfilare con Lily Aldridge ed ha scherzato sul catwalk con Maryna Linchuk e Karlie Kloss. Alla sfilata, oltre a Taylor, si sono esibiti Fall Out Boy, A Great Big World e le Neon Jungle.











Negli USA il "Victoria's Secret Fashion Show", dalla durata di 60 minuti, sarà trasmesso dalla CBS il prossimo 10 dicembre. Intanto in Gran Bretagna un tabloid riferisce che Taylor sta cercando casa a Londra. La cantante non intende cambiare Paese ma sarebbe semplicemente stufa degli alberghi e preferirebbe poter contare su una base permanente e personale per tutte le volte che appproda nella capitale britannica.


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.