Condannato a 4 anni G-Man dei So Solid Crew

Condannato a 4 anni G-Man dei So Solid Crew
Un altro dei So Solid Crew nei guai, guai seri. Dopo la sentenza inflitta lo scorso anno al suo compagno di gruppo Ashley Waters, è ora la volta di Jason Phillips, più conosciuto come G-Man. Il tribunale londinese di Southwark ha condannato Phillips, uno degli autori dell'hit "21 seconds", a ben quattro anni di reclusione per possesso illegale d'arma da fuoco. Lo scorso novembre il musicista si era liberato dell'arma, una pistola ME9 carica, gettandola su un sacco dell'immondizia pochi secondi dopo essersi reso conto che la polizia lo stava seguendo. G-Man, il quale è anche il produttore del nutrito gruppo londinese, aveva negato che la pistola fosse sua ma la Scientifica aveva rilevato tracce di suo DNA sull'arma. La polizia era entrata in azione in quanto sospettava che l'uomo fosse implicato in un giro di spaccio di stupefacenti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.