NEWS   |   dalla Stampa / 24/01/1999

Intervista a Laura Pausini

Intervista a Laura Pausini
Su "La Repubblica" Laura Pausini è intervistata sul suo futuro duetto con Barbra Streisand, e sul suo tour mondiale. Racconta la cantante: «Domani parto per Londra per registrare un programma, poi andrò in Belgio e in Spagna sempre per partecipare a trasmissioni in tv, quindi mi aspetta ancora una settimana di impegni televisivi negli Stati Uniti e in Sudamerica. Al ritorno cominceremo le prove per la tournée che parte il primo marzo da Firenze, per toccare altre undici città italiane e spostarsi poi in Europa, in Sudamerica, quindi a Los Angeles, New York, Miami, San Diego e infine in Canada. La prima grossa novità è che canterò nei teatri, l'ho imposto alla mia agenzia che aveva invece pensato ai palasport. A costo di grossi sacrifici economici ho voluto una dimensione più intima, più in sintonia con le atmosfere del nuovo album, La mia risposta, in cui ho cercato di unire la melodia italiana con i suoni sudamericani e certe vocalità tipiche della tradizione americana. La decisione per i teatri l'ho presa dopo aver cantato all'Olympia di Parigi (...) Ho chiesto che venisse ridotta al minimo la parte elettronica, non ci saranno né basi né strumenti campionati. Sono stata molto esigente anche nella scelta dei musicisti che mi accompagnano. Mi aspetto molto da questa "avventura" nei teatri: di solito in tournée io compongo; se non dovesse accadere allora vorrà dire che qualcosa non va e magari tornerò a cantare nei palasport».
La Pausini spiega anche che nell’ultimo album "La mia risposta" modula la voce in misura maggiore: «Il mio medico mi ha spiegato che certi toni gravi che ora raggiungo me li permette l'età. Sto crescendo anche nella voce, sono contenta».
A proposito dei duetti, infine, afferma:
«I duetti non devono nascere per assecondare il pubblico, ma per dare piacere a chi li fa. Io ho avuto in questo senso grandi soddisfazioni negli incontri artistici con Phil Collins e Julio Iglesias. E una recente soddisfazione l'ho avuta dal mio produttore americano David Foster, che mi ha presentato Barbra Streisand la quale aveva ascoltato il pezzo "In assenza di te" in casa di Foster e gli aveva chiesto di conoscermi. Io ero molto rispettosa nei suoi confronti, lei si è presentata come un'amica. Comunque, per rispondere alla domanda, in aprile negli Stati Uniti, in coda alla tournée americana, realizzerò un progetto cui tengo molto. Per il momento non posso dire di più».
Scheda artista Tour&Concerti
Testi
Baglioni in tour
Scopri qui tutti le date!