NEWS   |   Pop/Rock / 21/05/2013

Ray Manzarek: il ricordo degli artisti

Ray Manzarek: il ricordo degli artisti

Sono tanti gli artisti che hanno voluto rendere omaggio a Ray Manzarek, tastierista dei Doors, deceduto ieri, 20 maggio, dopo una lunga battaglia contro il cancro. Il decesso, ha comunicato l'addetta stampa e publicist Heidi Robinson-Fitzgerald, è avvenuto alle 12 e 31 presso la clinica RoMed di Rosenheim in Germania dove il musicista era ricoverato. Al suo capezzale c'erano, in quel momento, la moglie Dorothy e i fratelli Rick e James.
I social network e le pagine ufficiali dell'artista straripano di messaggi di cordoglio, scritti da nomi della musica internazionale. "Il sound dei Doors rappresenta L.A. per me", scrive Slash su Twitter. "Sono stati il primo gruppo che ho sentito quando sono arrivato negli USA dall'Inghilterra. 'Light my fire', non lo scorderò mai. Grazie Ray Manzarek per la splendida musica".
E ancora Billy Idol: "Sono davvero addolorato per la morte di Ray Manzarek. Ho avuto la fortuna di suonare con lui e gli altri due componenti dei Doors. Addio amico, saluta Jim".
Tra i tanti che hanno dedicato un saluto o un ricordo a Manzarek ci sono anche Simon Le Bon, Billie Joe Armstrong, Carl Barat, Krist Novoselic e Alice Cooper, che ha postato una foto con l'artista.

Manzarek aveva formato i Doors nel 1965 con Jim Morrison, incontrato casualmente a Venice Beach. Dopo la morte del cantante e poeta, avvenuta nel 1971, il gruppo aveva proseguito per breve tempo come trio pubblicando quello stesso anno un album cantato dal tastierista, "Other voices", mentre nel 1978 i membri superstiti della band si erano riuniti per curare assieme all'amico di Morrison Frank Lisciandro la pubblicazione di "American prayer", collezione di poesie recitate dallo scomparso frontman per cui erano state registrate ex novo sovraincisioni e basi strumentali.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi