Inaugurato il museo degli Abba

Inaugurato il museo degli Abba

Della struttura si parla da anni. Il 26 dicembre 2008 Rockol riportava: "Il museo degli Abba che si sarebbe dovuto inaugurare a Stoccolma prende tempo perché in Svezia non si riesce a trovare un edificio adatto e che metta tutti d’accordo. O, più esattamente, il palazzo ci sarebbe: è il vecchio Stora Tullhuset, ma i lavori di ammodernamento vanno (molto) a rilento". Trascorsi quattro anni, difficoltà e problemi sono stati accantonati e il museo è stato inaugurato oggi dopo la preview per i media di ieri. Il pubblico può ammirare costumi di scena, strumenti e vari oggetti che hanno a che fare con l'ex quartetto. Tra gli aspetti più particolari della struttura svedese: una stanza in cui si narra come il gruppo si conobbe, negli anni Sessanta, una in cui è stata posizionata la ricostruzione del cottage sull'isola di Viggso dove i quattro si trovavano per comporre le canzoni, una stanza dove poter cantare con gli Abba grazie agli ologrammi e infine una pista da ballo anni Settanta in cui i visitatori potranno ballare come durante quegli anni.

Abba-The museum
DJURGÅRDSVÄGEN 68,
Stoccolma, Svezia


Tram: numero 7 da Sergels torg, si scende alla fermata Liljevalchs/Gröna
Bus:  il 44 a Karlaplan, si scende Liljevalchs/Gröna Lund
Metrò: linea rossa in direzione Karlaplan, si percorre Narvavägen, si attraversa il ponte verso Djurgården e, dopo circa 15 minuti, si arriva al museo
Apertura: tutti i giorni 10-20
Biglietti online: http://www.abbathemuseum.com/en/practical-info
All'interno opera il ristorante Melody
          

Gli Abba, sebbene la loro avventura sia durata solamente per un decennio (1972-1982), vendono ancora in maniera consistente e la loro raccolta "Gold" nel maggio 2011 ha raggiunto i 5 milioni di copie vendute nella sola Gran Bretagna.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.