Dalla 'spazzatura' nasce il primo album dei Capone e BungtBangt

E' nei negozi "Junk!", l'album del debutto di Capone e BungtBangt, band di percussionisti che suona strumenti musicali ricavati da materiali di scarto. Elastici di gomma a sostituire il contrabbasso, bastoni per le tende che diventano marimbe, chiavi inglesi usate come xilofono, un tubo di un aspirapolvere che suona come un flauto traverso, una coppa d’ammortizzatore che sostituisce le campane tubolari e poi mestoli, bottiglie, lattine, coperchi di pentole, lamine di metallo, bidoni e rottami di varia natura sono l'unica fonte musicale del gruppo, che unisce alla particolare inventiva una buona dose di ironia. "Ho iniziato tre anni fa la mia ricerca", spiega Capone, leader e fondatore del gruppo, "partendo dal basso, dalle cose più umili che esistono, come la spazzatura o come gli oggetti d’uso comune che normalmente appartengono al nostro quotidiano. Cose delle quali crediamo di sapere tutto e dalle quali non ci aspettiamo nulla più di ciò che esse sono o sono state". Nasce così "Junk!", ovvero "spazzatura", composto da diciotto pezzi, cantati e strumentali, che spaziano dal tribal al funky, alla techno, al jungle e al bigbit, brani tutti inediti tranne un particolare omaggio a Renato Carosone con la cover di "Caravan Petrol", naturalmente riarrangiata con i particolarissimi suoni del gruppo. L'album è stato prodotto da ChiaraSunMusic e da RaiTrade, distribuito su licenza dalla Edel. Per le curiosità sulla band è attivo il sito ufficiale: www.bungtebangt.com.


Notizia realizzata con la collaborazione di http://www.musicaitaliana.com
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.