Da 'Un vecchio errore' di Conte il nuovo album degli Stadio

Da 'Un vecchio errore' di Conte il nuovo album degli Stadio
Nasce da una canzone di Paolo Conte, “Un vecchio errore”, e da un verso del suo testo, il nuovo album degli Stadio, intitolato “Occhi negli occhi”.
A raccontarlo è Gaetano Curreri, voce e leader del gruppo, che spiega come si sia ispirato alla canzone di Conte per scrivere i brani del nuovo album: “Quando io e Saverio Grandi abbiamo iniziato a trovarci per lavorare al nuovo disco, io avevo in testa una canzone: si trattava di 'Un vecchio errore' di Paolo Conte, brano secondo me fantastico e forse tra i meno conosciuti di questo cantautore. Realizzato da Paolo in maniera semplicissima, con voce e pianoforte, questo pezzo è molto ricco d'idee dal punto di vista musicale e del testo.
Da quelle idee e dal verso 'amare l'amore/senza mai fare neanche un errore' sono nati la maggior parte dei temi e dei contenuti delle canzoni del nuovo album, da 'Soprendimi', primo singolo estratto, a ' Amo solo te'. Tutto l'album ruota, infatti, intorno al concetto di amore racchiuso in questa strofa: chi non ha mai fatto un errore, pur essendo innamorato? L'amore è oggi l'unico territorio dell'imperfezione che ci rimane: l'unico ambito in cui ci è permesso di sbagliare. Di essere noi stessi, in un mondo in cui tutto deve essere perfetto”.
L'album, oltre alla canzone di Conte ri-arrangiata dagli Stadio con chitarre distorte, contiene dieci brani inediti e “Una casa nuova”, pezzo scritto con Francesco Guccini per Patty Pravo. Un disco intimista, come lo definisce lo stesso Curreri, che racconta storie quotidiane perché è attraverso di esse che gli Stadio parlano d'amore e di sentimenti, grandi protagonisti del disco.

“Siamo molto soddisfatti del nuovo lavoro”, commenta il cantante, “perché rappresenta perfettamente quello che sono gli Stadio in questo momento: dei cantori del quotidiano e dell'amore. E il suono del disco è secondo me perfetto, perché è il risultato della profonda conoscenza e familiarità che lega i componenti del gruppo”.
Al disco, prodotto da Gaetano Curreri e Saverio Grandi, ha lavorato Nicolò Fragile, giovane musicista alla sua prima collaborazione con gli Stadio, a cui si devono gli arrangiamenti degli archi presenti in alcune canzoni: “La collaborazione con Nicolò è stata molto importante”, dice a suo proposito Curreri, “e sicuramente lavoreremo ancora insieme”.
Gli Stadio, che hanno da poco concluso la tournée estiva, inizieranno il prossimo 5 di novembre il tour per promuovere il nuovo disco.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.